lunedì 25 marzo 2019 - Aggiornato alle 23:22
farmacia san carlo
StabiaChannel.it
farmacia san carlo
Cronaca

Gragnano - Lotta alle mafie, esperienza importante per gli alunni dell'istituto Enzo Ferrari


Gli studenti hanno ascoltato la storia di Michele Cavaliere, l'imprenditore ucciso dalla camorra perchè aveva avuto il coraggio di denunciare le richieste estorsive.

pavidas

E’ iniziato nei giorni scorsi sul territorio gragnanese un viaggio contro la criminalità e le mafie. Un progetto che andrà avanti fino al prossimo 21 marzo e promosso dai ragazzi del "Centro giovane  Santa Caterina".

Come prima giornata di manifestazione contro la camorra è stato organizzato un incontro presso l'Istituto Enzo Ferrari. I ragazzi  dell’Istituto professionale hanno avuto modo di interagire e capire la tematica confrontandosi con i ragazzi del Centro Santa Caterina e  con il  presidio servizio di Libera, Raffaele Cavaliere e l'assessore delle politiche sociali e alla cultura del comune di Gragnano Simona Iozzino .

L'intento di questo incontro era quello di far conoscere Michele Cavaliere, un imprenditore caseario di Gragnano ucciso dalla camorra nel 1996. L'imprenditore si era ribellato alle logiche del sistema, in quegli anni molti imprenditori della zona dei Monti Lattari ricevevano richieste di tangenti da parte di vari Clan. “Michele non ci sta" e la sua   voglia di giustizia e di libertà lo portano a denunciare l'accaduto alle forze dell'ordine. La camorra, per evitare che anche altri imprenditori potessero seguire le orme di Cavaliere, decisero di uccidere il coraggioso imprenditore che aveva pensato bene di denunciarli.

Sicuramente l'esito della giornata voleva far sì che ogni ragazzo  potesse  vestire i panni dell'imprenditore gragnanese ,e di  prendere esempio da questa persona che è riuscito a denunciare con coraggio gli eventi spiacevoli che si erano creati.




A parlare ai nostri microfoni è stata la presidente del centro Marianna Esposito. «E’ stato solo un passo di un cammino di iniziative che ci condurrà alla  ventiquattresima giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie. La nostra speranza è che la storia di Michele Cavaliere possa essere fonte di scelta nell' agire  nel quotidiano,  indipendentemente dal ruolo che si ricopre. Speriamo solo in una società più coscienziosa e  pulita». La giovane prosegue raccontando anche le gesta ma soprattutto le parole di  Don Luigi Ciotti «il cambiamento del nostro paese passa anche attraverso ciascuno di noi che non dobbiamo essere cittadini a intermittenze ma responsabili».

Le manifestazioni, come detto, continueranno fino a 21 Marzo anche attraverso tornei di calcio e varie presentazioni di libri. Mentre fino al 18 Marzo presso la biblioteca comunale di Gragnano sarà possibile visitare la mostra "dei volti della legalità".


giovedì 14 marzo 2019 - 12:07 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese