domenica 21 aprile 2019 - Aggiornato alle 21:42
adraporte
StabiaChannel.it
adraporte
Cronaca

Castellammare - Reperti archeologici stabiesi non esposti, la deputata Manzo interroga il Ministero


I reperti sono chiusi da anni nell'Antiquarium stabiese. La Manzo spiega: «Devono essere valorizzati a Castellammare»

pavidas

Reperti archeologici dell'antica Stabia non esposti e non conservati in un museo, arriva l'interrogazione al Ministero dei Beni Culturali da parte della deputata Teresa Manzo. La portavoce grillina ha deciso di scrivere al ministro Alberto Bonisoli per conoscere le reali motivazioni che al momento non hanno permesso l'esposizione dei ritrovamenti. «È necessario ricollocarli nella loro naturale funzione di attrattore turistico e volano dell'economia cittadina. Ho interrogato il Ministro dei Beni Culturali sulla questione. Parte dei suddetti reperti sono stati inviati, fin dal 2007, in Russia ed esposti nel Museo Nazionale dell’Ermitage di San Pietroburgo riscontrando un enorme successo di pubblico. Il 5 aprile u.s. venivano prelevati altri reperti dall’Antiquarium Stabiano, anch’esso chiuso al pubblico, ed inviati sempre in Russia presso lo stesso museo per essere esposti nell’ambito della mostra intitolata: “Pompei. Uomini, Dei ed Eroi”. Nella mia interrogazione chiedo di conoscere i termini della convenzione tra la Sovraintendenza di Pompei e il Museo Nazionale Ermitage in Russia, e di sapere quando i reperti faranno ritorno nella città di Castellammare di Stabia, affinché si possano valorizzare nella propria terra e per i propri cittadini» ha spiegato la Manzo.




La discussione sui reperti archeologici stabiesi rinchiusi nell'Antiquarium stabiese si è riaccesa la scorsa settimana. Alcuni operai hanno infatti portato via dal deposito diversi ritrovamenti per spedirli in Russia dove si terrà nei prossimi giorni una mostra su Pompei e i siti del vesuviano. Il tutto alle spalle della città che spesso dimentica dell'immenso tesoro rinchiuso purtroppo nei locali di via Marco Mario. Con l'apertura del Museo Libero d'Orsi che sarà istituito nella Reggia di Quisisana, si potrebbe finalmente valorizzare un patrimonio artistico importante per Castellammare e per l'intera Regione. Ma, dopo l'approvazione del consiglio comunale (a pochi giorni dall'insediamento dell'amministrazione Cimmino), al momento è tutto fermo in attesa che Cmune e Parco Archeologico definiscano i dettagli. L'inaugurazione, salvo ritardi nei prossimi mesi, dovrebbe essere garantita solamente nel 2020.


martedì 16 aprile 2019 - 08:40 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese