lunedì 13 luglio 2020 - Aggiornato alle 00:05
bcp
StabiaChannel.it
bcp
Cronaca

Castellammare - Ragazzi ripuliscono aiuole al Cicerone. Le erbacce restano in strada


«Si tratta di rifiuti speciali. Occorre seguire alcune specifiche fasi prima di ritirarlo».

pavidas

Nella serata di ieri abbiamo ricevuto una segnalazione da parte di un cittadino stabiese in cui si lamenta del degrado cittadino, in particolar modo del degrado di Piazza Tommaso Milante nel rione Cicerone.

«I ragazzi del rione hanno tagliato l'erba delle aiuole di proprio spontanea volontà perchè il comune è impegnato in altro. Tantissime sono state le chiamate all'isola ecologica per la rimozione dei rifiuti, ma non abbiamo ricevuto nessuna risposta. Con questo caldo, questo accumulo d'erba sta creando la giusta tana per moscerini e zanzare». Queste le parole usate dallo stabiese nella segnalazione.

Noi di Stabiachannel abbiamo deciso di contattare Francesco Gargiulo, sindacalista e dirigente dell'AM Tecnology  società incaricata dal Comune di Castellammare di Stabia di gestire il servizio di igiene urbana in città.

«Il cumulo di erbacce segnalato è stato incendiato e, di conseguenza, diventa un rifiuto speciale – ci ha spiegato Gargiulo - Dopo aver fatta l'analisi, si può capire come e dove trasportare questo rifiuto. Come avviene l'analisi? Chiamiamo un'azienda che analizza il rifiuto in questione. Poi, dopo aver ricevuto l'esito,  ci dice che tipo di rifiuto è e con che codice si può smaltire. Infine, lo smaltiamo nella struttura più adatta. In molti punti della città hanno preso iniziative simili a quella del rione Cicerone.


Con il Covid-19 l'isola è stata chiusa. Ora bisogna prenotare l'ingresso. Se sono dei piccoli scarichi, si potrebbe anche non prenotare ma bisogna seguire il calendario. Dal lunedì al mercoledì diamo la possibilità a tutti di entrare in ordine alfabetico. Se invece sono grandi scarichi, bisogna prenotare al nostro numero verde».

Spiegato il funzionamento dell’isola ecologica, Gargiulo ci tiene a fare alcune precisazioni. «Molte volte venivano all’isola ecologica piccoli mezzi a scaricare per conto dei cittadini stabiesi dai quali prendevano dei compensi.  Ora, chi deve smaltire deve venire in prima persona e deve essere residente a Castellammare di Stabia. Non permettiamo più a questi soggetti di guadagnare su questa cosa. Cosa sta succedendo ora? Questi soggetti di notte, o in momenti molto particolari, si disfano dei rifiuti creando delle mini discariche sul territorio in cui si trovano molto spesso rifiuti speciali che non si possono smaltire. La città di Castellammare è bellissima. Ma, bisogna denunciare quando questi soggetti abbandonano i rifiuti nel nostro territorio. E segnalare anche la zona in cui si è formata la mini discarica per poter agire. Mettiamo da parte l'omertà e denunciamo per il bene della nostra bellissima città» ha concluso Gargiulo.



Castellammare - Ragazzi ripuliscono aiuole al Cicerone. Le erbacce restano in strada

domenica 28 giugno 2020 - 19:09 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO