mercoledì 3 giugno 2020 - Aggiornato alle 18:46
adraporte
StabiaChannel.it
adraporte
Cronaca

Castellammare - «Non siamo cavie», protesta dei maturandi per gli esami in presenza


Sui social è scontro, tante le opinioni diverse sulla questione.

pavidas

“Noi non siamo cavie”. Con questo slogan protestano gli studenti italiani contro le modalità di svolgimento degli esami di maturità. «Costringere gli studenti a tenere la maturità in presenza non solo mette a rischio la salute degli studenti, dei professori e dei collaboratori scolastici; ma potenzialmente potrebbe portare a una diffusione incontrollata del virus» è la loro tesi. «Siamo contro a tutto questo, e speriamo che in tanti sostengano noi giovani in questa pacifica contestazione».

A Castellammare di Stabia, ieri mattina, molti gli striscioni affissi all’esterno degli istituti scolastici cittadini. Più tardi, sui social, le foto ed i commenti alla protesta.

Da una parte gli studenti che hanno quindi cercato di motivare le loro perplessità, dall’altra chi ha contestato questa loro protesta interpretandola solo come «un modo per avere vita facile agli esami».

«Sembra che non sapete di ciò che parlate – prova a replicare Paolo Buccieri, rappresentante d’istituto dell’alberghiero -  Accusate sempre sulla solita cosa! “Erba un fascio” ;” generazione sbagliata e menefreghista “, mi dispiace. Noi rappresentanti abbiamo cura della salute di circa 800/900 ragazzi, cerchiamo di guardare oltre al singolo individuo.


Un ragazzo sano con parenti in famiglia con uno stato di salute pessimo significherebbe la fine per quella persona! Vi prego di guardare la situazione a 360gradi».

«Esprimo il mio parere – dice un genitore - Al di là delle critiche anche giuste verso il ministro dell'istruzione, le misure prospettate sembrano essere abbastanza cautelative. La critica che faccio è che non verrà presa la temperatura, che per quanto risibile, visti i termometri usati, è una cosa opportuna che tutte le ditte private sono obbligate a fare per ogni lavoratore tutti i giorni. Non vedo perché invece i prof. e gli alunni dovranno solo fare un’autodichiarazione. Praticamente siamo al paradosso che un ente dello Stato contravviene ad una sua norma. Finisco dicendo che mio figlio farà anche lui l'esame di stato ed è contento di poterlo fare in presenza. In questi mesi passati a casa vi è stata tolta una parte di vita, quello dell'ultimo anno di scuola superiore, con le gite, le feste di fine anno e tanto altro che noi tutti ci portiamo dentro. Per questo vi dico accettate di buon grado di andare a fare l'esame in presenza, sarà un modo per ritrovarvi e solidarizzare. Si rischia molto di più attraversando la strada, e con questo non faccio del qualunquismo. In bocca al lupo!!!».



Castellammare - «Non siamo cavie», protesta dei maturandi per gli esami in presenza

venerdì 22 maggio 2020 - 07:26 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO