lunedì 25 marzo 2019 - Aggiornato alle 23:22
adraporte
StabiaChannel.it
adraporte
Cronaca

Castellammare - Falò Immacolata, dal concerto abusivo i ringraziamenti dei neomelodici a Salvatore Imparato


Emergono nuovi retroscena dopo l'operazione della DDA di ieri mattina. Al Savorito sono i clan che gestiscono il falò

pavidas

Concerto, falò e festa organizzati da Salvatore Imparato, boss del rione Savorito. E' quanto emerge dall'inchiesta coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia che ha portato all'esecuzione di tre ordinanze di custodia cautelare con divieto di dimora in Campania nei confronti di tre giovani stabiesi. La risposta dello Stato dopo i fatti dell'8 dicembre scorso non è tardata ad arrivare: dopo aver identificato i colpevoli, sono stati ufficializzati anche i primi provvedimenti della magistratura. La festa dell'Immacolata nella periferia nord di Castellammare, secondo quanto ricostruito dalle forze dell'ordine, sarebbe stata voluta proprio dai clan locali, come quello degli Imparato che ha la propria roccaforte al Savorito.

Dal palco, abusivo, sono arrivati infatti messaggi di ringraziamento per Salvatore Imparato "paglialone" per aver organizzato la serata per tutto il quartiere. A dirlo è stato un cantante neomelodico non nuovo a queste uscite a favore dei clan di camorra (specialmente a Torre Annunziata). Un elogio che è stato ricostruito nelle pagine che hanno portato all'emissione delle tre ordinanze di custodia cautelare. Un dato importante e che non bisogna trascurare: in alcuni quartieri la festa dell'Immacolata è gestita direttamente dai clan. Quando il sacro si mischia alla criminalità.


Per il prossimo 8 dicembre, quindi, forze dell'ordine e amministrazione comunale dovranno lavorare duramente per evitare il riproporsi dei falò abusivi nei quartieri che da anni si ripetono incessantamente. Intanto la squadra di governo Cimmino si dichiarerà parte civile nel processo contro i tre giovani stabiesi accusati di aver esposto il messaggio contro i pentiti.

Chi sono gli Imparato. Salvatore Imparato, il boss che ha ricevuto i ringraziamenti dal palco del Savorito, è uno dei boss della periferia nord. La sua famiglia, soprannominata "paglialoni" in ambito criminale, gestisce la piazza di spaccio più grande della città di Castellammare. Hanno raggiunto nel corso del tempo un accordo con i D'Alessandro di Scanzano che vendono al Savorito la propria merce fidandosi dei canali di distribuzione della famiglia camorristica locale. Salvatore Imparato è anche lo zio di uno dei tre presunti colpevoli del falò della vergogna che è stato costretto a lasciare la Campania per volontà della Direzione Distrettuale Antimafia. Il messaggio che volevano lanciare i clan era contro i pentiti, colpevoli di aver contribuito alla formazione dell'inchiesta Olimpo che ha di fatto decimato i D'Alessandro e allo stesso tempo anche i Cesarano.


news Striscione contro i pentiti sul falò dell'Immacolata, individuati i responsabili

news Falò del Savorito, per il sindaco «una vittoria dello Stato»

mercoledì 20 febbraio 2019 - 09:16 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese