sabato 8 agosto 2020 - Aggiornato alle 00:00
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Cronaca

Castellammare - Esclusiva, Gennaro Iezzo si racconta e parla di Napoli e Juve Stabia


«Calo Juve Stabia? Dipende dalla forma fisica. Napoli? Vincere aiuta a vincere».

pavidas

La nostra redazione ha contattato in esclusiva Gennaro Iezzo, ex portiere di Catania, Cagliari e Napoli nato però a Castellammare, per parlare del suo passato, della ripresa del campionato cadetto  e del derby che sarà con la Salernitana.

Prima di parlare del presente, facciamo un salto nel passato. Il 19 Febbraio 2006 hai vissuto un derby particolare. Da stabiese ti sei ritrovato a difendere la porta del Napoli in un Menti stracolmo. Il risultato, 3-1, è rimasto nella storia della città. Quali furono le tue sensazioni?

«Le mie sensazioni? Sfottò dalla mattina alla sera (ride, ndr). Vivendo a Castellammare, c’erano molte persone, tra cui gli amici, che mi prendevano un po’ in giro. Devo ammettere però che, ogni tanto, c’è ancora qualcuno che mi ricorda il risultato (ride, ndr). E’ stata una partita molto strana.  Sia quella d’andata che quella di ritorno è stata una grande emozione. Da stabiese è un’emozione indimenticabile. MI ricordo ancora quanto fosse stracolmo il “Menti”.»

Dopo ben sei anni, il Napoli è tornato a sollevare la Coppa Italia. Quanto è importante questa vittoria in una stagione nata male, ma che si "aggiustando"? Quanto è cambiato il Napoli sotto la guida di Mister Gattuso?

«Vincere aiuta a vincere. Ti fa acquisire quella autostima che serve per raggiungere grandi risultati. La Coppa Italia, al di là del valore che ha, ti dà quella autostima che serve proprio in virtù del fatto che bisogna affrontare il Barcellona. Con questo nuova formula potrebbe accadere di tutto. Se si riesce a passare il turno facendo una grande prestazione, puoi ritrovarti a giocare tutto in una partita singola. E, questo potrebbe cambiare le sorti di un’intera stagione. Gattuso? Oltre a essere un gran motivatore, è un tecnico molto preparato. Penso alla sua avventura con il Milan. Dopo il Napoli di Sarri, era la squadra che mi faceva divertire di più. Essendo un ragazzo del Sud, ci mette tanto carattere, cuore e passione. Inoltre, è sempre stato un ragazzo pane al pane, vino al vino. E’ un allenatore che dice sempre quello che pensa. Sono convinto che farà una gran carriera.»

Tre sconfitte nelle ultime tre partite per la Juve Stabia. Cosa sta incidendo di più dal tuo punto di vista?

«La forma fisica. Purtroppo, come si può vedere, nel secondo tempo le vespe abbassano molto i ritmi. Penso che sia dovuto a un discorso di preparazione. Questo è un problema di tutte, o quasi tutte.»

Dopo la sconfitta a Benevento, cosa deve fare la Juve Stabia in questi giorni per arrivare pronta a questo derby?

«Che deve fare? Deve ripartire. La Juve Stabia ha sfruttato al massimo il fattore campo, visto la tifoseria calorosa che ha. Oltre alla forma fisica, credo abbia inciso anche questo. Non avendo i propri tifosi sugli spalti, perdi qualcosa.


E’ inevitabile. Non essendoci il fattore campo, deve metterci qualcosa in più. Al di là del gioco, bisogna ritornare a essere cattivi, come lo erano prima di questa pausa. Per mantenere la categoria deve tornare a essere cattivo.»

Venerdì assisteremo a un derby diverso in un Arechi deserto. E' un vero peccato per lo spettacolo a cui si sarebbe potuto assistere, essendo uno dei derby campani più sentiti...

«Triste, come in tutti gli altri campi (ride,ndr). Un calciatore si sente appagato quando i tifosi inneggiano il suo nome e, in parte, anche quando sente gli insulti dei tifosi avversari.»

Scuola di portieri prolifica quella stabiese. Basta pensare ai fratelli Donnarumma e ad Antonio Mirante. E' casualità o il grande Ernesto Ferraro aveva trovato la ricetta perfetta?

«Ernesto ci ha dato una grande opportunità, ossia quella di coronare il nostro sogno. Non credo assolutamente sia un caso. Un grande maestro, come lo era Ernesto, ha mandato 3-4 portieri in Serie A. Oltre alla bravura, c’era un intuito spettacolare. Devo, anzi dobbiamo tutto a Ernesto.»

I pali delle vespe sono difesi da Ivan Provedel. In questa stagione ha segnato un gol contro l'Ascoli, che ha permesso di conquistare un punto importante, come aveva fatto Ciccio Bifera. In che cosa dovrebbe migliorare?

«A Castellammare abbiamo anche i portieri goleador (ride, ndr). Mi sono espresso più volte su Provedel. E’ un portiere di altissimo livello, che va riscattato subito. Sono convinto che, fra qualche anno, lo vedremo difendere i pali di una squadra di Serie A. Ha tutto: una fisicità importante, un buon piede, è esplosivo, un  buona tecnica e non è plateale. Ha tutte le caratteristiche per diventare un grande portiere. E, spero vivamente che la Juve Stabia riesca a farlo suo.»

C'è qualche portiere giovane di prospettiva che ti ha colpito nel campionato cadetto?

«Tanti, ne ho visti tanti che mi hanno colpito. Tra questi c’è anche Montipò’. Ha fatto cose straordinarie durante tutto il campionato. La scuola dei portieri italiana sta ritornando a essere una delle più importanti, come lo è stata negli anni passati.»

Sei diventato allenatore, ma hai anche ricoperto l'incarico di Direttore Tecnico. Come ti vedi nel futuro? In panchina o in "ufficio"?

«In panchina, senza dubbio. Non riesco a stare chiuso tra quattro mura.E, faccio fatica anche a staccarmi dal campo.  Mi piacerebbe molto, ma purtroppo è diventato molto difficile perchè ci sono situazioni poco chiare attorno al discorso allenatori. Cerco di vedermi in qualche panchina, ma in questo momento faccio fatica. Ho fatto qualche esperienza, ma senza una progettualità seria. Infatti, sono andato via prima. Una volta c’era la meritocrazia. Oggi non esiste più…»



Castellammare - Esclusiva, Gennaro Iezzo si racconta e parla di Napoli e Juve Stabia

giovedì 2 luglio 2020 - 10:53 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point Rionero Caffè Futura Costruzioni srl ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO

StabiaChannel.it
StabiaChannel TV

I PIÚ VISTI DELLA SETTIMANA