Cronaca
shareCONDIVIDI

Torre Annunziata - Crollo della Rampa Nunziante, chieste pene pesantissime per 15 imputati

Sotto accusa,  i direttori dei lavori al primo e, soprattutto, al secondo piano dell'edificio.

tempo di lettura: 1 min
di Davide Soccavo
10/02/2021 18:44:07

Chieste pene pesantissime ai danni di coloro che sono considerati responsabili del crollo della Rampa Nunziante a Torre Annunziata, risalente al 7 luglio del 2017, che provocò la morte di 8 persone, tra cui due bambini. Sono 15 gli imputati, accusati a vario titolo: al centro dell'inchiesta, i direttori dei lavori al primo e, soprattutto, al secondo piano dell'edificio. La pena più grave è stata richiesta per il direttore dei lavori del primo piano, per il quale la procura di Torre Annunziata ha chiesto la pena di 14 anni di reclusione. L'altra pesante pena è stata chiesta per il suo braccio destro, che ha seguito i lavori e le vicende inerenti il progetto. La procura ha chiesto per quest'ultimo 13 anni di reclusione.

Accuse pesanti per altri due elementi: il committente del lavori all'appartamento al secondo piano ed il "mastro" che li ha relaizzati. Entrambi sono ritenuti pienamente responsabili delle condotte omissive rispetto alla sicurezza dei lavori effettuati. Per entrambi il pm ha chiesto la reclusione a anni 11 e una multa di 5mila euro. Sotto accusa anche il proprietario di fatto dell'appartamento al secondo piano, nonchè l'amministratore del condominio. Per entrambi sono stati chiesti 9 anni e 8 mesi mesi di reclusione. Requisitoria che si è conclusa con le richieste di condanna degli imputati ad eccezione di Cirillo Emilio e Scarfato Luisa per i quali il pm ha chiesto l'assoluzione. La prossima udienza, la parola agli avvocati delle difese degli imputati. 

Video
play button

Juve Stabia - Le parole di mister Padalino dalla Sicilia

Il tecnico delle vespe analizza il match di domani contro il Palermo.

18 ore fa
share
play button

Castellammare - L'impatto del Covid-19 sugli sport minori

05/03/2021
share
play button

Campania - Coronavirus, De Luca annuncia la zona rossa: «Questo livello di contagio non si può più r

05/03/2021
share
play button

Castellammare nella morsa del Covid-19. Come uscirne?

03/03/2021
share
Tutti i video >
Cronaca







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici