giovedì 18 luglio 2019 - Aggiornato alle 22:19
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Sport

Volley - A2 Femminile. Caserta a un passo dalla promozione: asfaltata Orvieto (3-0) in gara 1 di finale


Primo match point mercoledì sera, in trasferta sul neutro di Viterbo per chiudere i conti

pavidas

Volano le dragonesse rosanero. Capitan Cella e compagne dan sfogo a tutta la propria carica di adrenalina, scagliando palloni di fuoco dalle fauci maestose, e mettendo in archivio gara 1 con una prova sontuosa sia sul piano tecnico che caratteriale.
Palpabile la voglia di rivalsa del roster casertano, dopo il 2-3 patito in regular season al termine di una partita molto equilibrata e decisa soltanto da piccoli episodi nei momenti cruciali di un tie-break infinito. Lo sport conserva sempre un andamento ciclico: quel momento segnò la svolta e Caserta non sbaglierà più un colpo inanellando 8 vittorie nelle successive 9 gare salendo con prepotenza sul secondo gradino del podio alle spalle di Mondovì nel girone A di regular season.
La posta in palio è troppo alta per ammettere cali di tensione. Il Palavignola gremito in ogni ordine di posto spinge la ragazze sul taraflex, ed i tamburi battono all’unisono con i cuori dei supporters trasportati in una dimensione onirica dove si scrive la storia della pallavolo campana.
Tra Caserta e Orvieto non c’è mai storia. L’approccio è subito quello giusto, Dalia mette subito in partita tutte le compagne che sfondano da ogni posizione sfornando vincenti a raffica. Partenza ad handicap nel secondo parziale, ma Repice e Frigo alzano la saracinesca a muro, la qualità della fase break aumenta, ed Orvieto alza bandiera banca davanti al doppio ace di Cella  su D’Odorico. Il terzo set è pura accademia: Matuszkova è mortifera e con 7 punti (16 complessivi) porta le dragonesse sull’1-0. Primo match point mercoledì sera, sul neutro di Viterbo, per conquistare l’A1.

Coach Necis parte con la formazione annunciata: Dalia in cabina di regia con Matuszkova opposto, Cella e Melli in banda, Frigo e Repice centrali, Maggipinto libero.  

PRIMO SET. Bussoli risponde a Melli, quindi le dragonesse mettono subito il turbo: Repice a segno in fast, Matuszkova bombarda da seconda linea, Cella non fa sconti in pipe e Frigo sbatte la porta in faccia a D’Odorico per piazzare il 5-1. Caserta allunga ancora con 3 punti consecutivi griffati Frigo che passa in zona centrale con imbarazzante continuità (9-3) e coach Solforati è costretto a chiamare subito time-out per riordinare le idee. Al rientro in campo pessima ricezione di D’Odorico sul sevizio in salto di Melli, sale in cielo Matuszkova per il rigore a porta sguarnita (10-3). Frigo va in bagher da Matuszkova che brucia il muro a 2 umbro, mentre subito dopo l’opposto ceca si ripete con un tracciante dritto all’incrocio delle righe (13-6). Le dragonesse avanzano sulle ali dell’entusiasmo: Cella trova il pertugio giusto con una traiettoria diagonale imprendibile, poi Repice mura Decortes concedendo il bis con una fast di pregevole fattura (16-7). Caserta è un rullo compressore. Ottima ricezione di Dalia, Repice alza per la pipe di Cella che buca letteralmente il taraflex rosa (18-8). Pochi istanti dopo c’è il punto più bello del parziale: lunghissimo scambio, Matuszkova compie un prodigioso salvataggio in tuffo, Orvieto si oppone a Cella ma nulla può sulla bordata vincente di Melli (19-10). Le umbre provano a rendere il divario meno ampio (19-13), Melli trova l’ace su Cecchetto con Frigo che incanta il Palavignola con un tocco no-look di seconda (22-13). Il monster block di Repice su Decortes vale il primo set-point che Matuszkova concretizza subito con un tracciante su morbida parabola in bagher di Ghilardi (25-15).

SECONDO SET. L’errore di D’Odorico dai 9 metri vanifica il punto di Decortes (1-1), Melli spara all’incrocio (2-2) ma Caserta subisce l’allungo di Orvieto con Kantor protagonista (2-5). Matuszkova accorcia le distanza trovando una traiettoria strettissima (4-5), Frigo va a segno con un primo tempo siderale (5-6), ma Prandi e D’Odorico rimettono nuovamente le ospiti avanti (5-9).


Orvieto allunga ulteriormente le distanze con il mani fuori di Decortes, seguito dall’ace di Montani su Melli (5-11). Il tap-in di Ciarrocchi manda Orvieto al massimo vantaggio (6-13), ma le dragonesse non hanno alcuna intenzione di mollare ed iniziano una prodigiosa rimonta innalzando l’intensità della fase difensiva. Cella trova una parallela esterna sulla riga, quindi concede il bis con una traiettoria velenosa dai 9 metri che D’Odorico non sa gestire (8-13). Repice sbatte la porta in faccia a Decortes (9-13) riservando lo stesso trattamento a Kantor (10-14). Frigo mostra i muscoli a Decortes (12-14), Orvieto si riporta a +4 (12-16), fallisce due servizi di fila con Ciarrocchi e Decortes (14-17), mentre la diagonale della stessa Decortes  sembra riportare Orvieto in controllo del parziale (14-19). Ma il veleno è nella coda: Caserta si rialza ed inizia a macinare gioco e punti. Muro di Cella su Decortes, Frigo trova il vincente dai 9 metri, Cella e Frigo sbarrano la strada rispettivamente a Montani e Ciarrocchi, Matuszkova fa valere la propria potenza al servizio trovando un nuovo ace con una traiettoria imprendibile che affonda in zona 6 (19-20). Coach Solforati chiede la sospensione tecnica, ma ormai l’inerzia del secondo parziale è tutta dalla parte di Caserta. Decortes non passa su Repice, Melli trova il prezioso punto del pari e poi un’invasione permette alle dragonesse di mettere il muso avanti sul 22-21. Le dragonesse accelerano: due ace di fila di Cella su D’Odorico valgono la palla set (24-21), Decortes annulla la prima, quindi perfetta ricezione di Maggipinto, palla dietro di Dalia per il lob vincente di Repice che porta Caserta sul 2-0 (25-22).

TERZO SET. Monster block di Melli su Decortes (2-1), poi il martello rosanero si ripete in diagonale e Dalia mette la ciliegina sulla torta con l’ace su D’Odorico (5-2). Sale in cattedra Melli che prima spazzola le dita del muro, quindi affonda con una pipe potentissima (8-3). Orvieto accusa il colpo ed inizia a regalare: Ciarrocchi dai 9 metri spedisce lontanissimo, poi Decortes infila due attacchi di fila oltre la linea di fondo (12-4). Continua il recital rosanero: strepitosa difesa di Frigo su Kantor, Dalia dietro su Matuszkova che trascina tutto quanto si opponga alla propria, irresistibile bordata (13-4). Il tentativo di pallonetto di Decortes affondato con rassegnazione in mezzo alla rete (14-4) induce il tecnico ospite a fermare il gioco. Orvieto prova a rendere il passivo meno amaro (14-9), Matuszkova è ancora devastante dai 9 metri, Cella si scatena (18-9) con D’Odorico ormai in rottura prolungata (20-11). Un tocco magico griffato Dalia di seconda è salvato in extremis, ma Melli è reattiva e chiude la giocata con grande freddezza (21-14). Frigo va segno con una gran palla veloce, poi Dalia difende su D’Odorico e Matuszkova chiude con un siluro che non trova alcuna opposizione (23-15). Il servizio di D’Odorico in mezzo al net offre il match-point a Caserta (24-17), chiuso con sagacia da Matuszkova che fa esplodere di gioia il Palavignola.

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA – PALLAVOLO ZAMBELLI ORVIETO 3-0 (25-15, 25-22, 25-18)

GOLDEN TULIP VOLALTO 2.0 CASERTA: Dalia 3, Maggipinto (L), Frigo 10, Repice 8, Melli 10, Cella 12, Matuszkova 16. Cambi: Ghilardi. N.e.: Fucka, Giugovaz, Trevisiol. All: Nesic.
Ace: 8 Errori: 8. Muri: 12

PALLAVOLO ZAMBELLI ORVIETO: Montani 5, Ciarrocchi 5, Cecchetto (L), Bussoli 2, D’Odorico 8, Prandi 1, Decortes 16. Cambi: Mucciola, Angelini, Quiligotti (L), Kantor 6. N.e.: Venturini. All: Solforati.
Ace: 7. Errori: 8. Muri: 5


lunedì 13 maggio 2019 - 17:34 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Sport


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO