domenica 9 agosto 2020 - Aggiornato alle 10:29
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Sport

Volley - A1 Femminile. Caserta sfiora la rimonta, ma al tie-break la spunta Bergamo


Non bastano 25 punti di Cruz: le dragonesse raccolgono soltanto un punto

pavidas
   Foto: Alfonso Romano

Altalena di emozioni al Palavignola, dove la Volalto 2.0 Caserta sfiora l’impresa inchinandosi soltanto al tie-break nello scontro diretto contro Bergamo. Era necessario svoltare dopo il brutto ko di Filottrano, e le dragonesse vengono fuori prepotentemente alla distanza dopo aver concesso probabilmente troppo nei primi due parziali. La chiave del match, quella che sposta in maniera dirompente gli equilibri, giunge nelle battute finali del terzo set. Marta Bechis e compagne sono con un piede e mezzo negli spogliatoi sul 17-21, ma trascinate da una super Alexa Gray (9 punti nel parziale) rientrano impattando sul 23-23, annullano ben 5 match-point e poi vanno a chiudere sul 36-34 con un block-out sontuoso di Cruz. Sulle ali dell’entusiasmo Caserta porta il match al tie-break dove va subito avanti 4-1 salvo poi subire i colpi ficcanti di Smarzek che con 30 punti conduce le orobiche per mano alla vittoria.
La palma di top-scorer in casa Caserta va a Cruz con ben 25 punti messi a referto, seguita da Gray (21) e Simon (13). 2 gli ace complessivi (entrambi firmati Garzaro), mentre a muro Bergamo fa la differenza con 15 monster block contro i soli 5 di Caserta.

Coach Cuccarini parte con le titolarissime: Bechis in diagonale con Simon, Gray e Cruz in posto 4, Alhassan e Garzaro centrali, Ghilardi libero. Risponde Bergamo con Mirkovic-Smarzek, Loda-Mitchem, Olivotto-Melandri, Siressi libero.

PRIMO SET. Bechis trova subito la magia di seconda (2-1), quindi va in 4 da Simon mentre Garzaro trova il primo ace della gara con una traiettoria velenosa lungolinea (5-4). Alhassan si fa valere in zona centrale, Smarzek attacca in rete, mentre dopo l’errore di Loda dai 9 metri ci pensa Gray con potenza a piazzare il 10-9. A questo punto, ed in maniera improvvisa, a Caserta si spegne la luce. Rottura prolunga sul turno al servizio di Mirkovic e Bergamo trova un break incredibile di 0-10 che indirizza la gara a favore delle lombarde. Cruz interrompe l’emorragia ma è troppo tardi, Alhassan trova due punti consecutivi (primo tempo e attacco slash) mentre Smarzek piazza la bomba del 15-23. Garzaro accorcia, ma il block di Mitchem su Gray manda Bergamo a condurre (17-25)

SECONDO SET. Caserta subito sul doppio vantaggio con un siluro di Gray su bagher di Bechis, seguito da un primo tempo sontuoso di Alhassan (2-0). Bergamo reagisce (2-3), Garzaro va a segno nei tre metri, quindi la doppia chiamata a Mirkovic riporta le dragonesse avanti (7-6). Simon mette le mani in faccia a Loda, quindi scatto imperioso sulla magia di Bechis seguita dal vincente scagliato da Gray (12-8). Caserta non riesce ad approfittare del momento positivo che le ospiti pareggiano immediatamente alzando la saracinesca a muro (12-12). Bergamo piazza altri due monster block di fila con Smarzek mentre Mitchem non è in vena di regali (13-17). Simon serva una palla tesa in 4 che Cruz mette giù di rabbia, ma il servizio vincente di Loda mette una seria ipoteca sul secondo parziale (16-22). Le dragonesse provano a reagire: Gray va a segno con l’aiuto del nastro, Melandri è imprecisa ma Mitchem manda le orobiche al set-point (20-24). Gray è l’ultima ad arrendersi, ma un bolide del martello americano in forza a bergamo mette i titoli di coda al parziale (22-25).

TERZO SET. Dentro o fuori. Si parte con l’ace di Mirkovic seguito dalla sassata di Smarzek (0-2), Simon e Cruz fanno male (2-3), Gray è letale mentre Smarzek va a spolverare l’incrocio delle righe (5-7). Olivotto va segno in fast, Cruz carica in posto 6 (8-10), poi il monster block di Alhassan su Smarzek riporta Caserta a -1 (10-11). Bergamo prova a scrollarsi le rivali di dosso (11-15) ma si fa immediatamente riprendere con qualche errore di troppo: attacco di Smarzek sull’asta e altra doppia fischiata alla palleggiatrice serba (15-15). Non c’è un attimo di sosta. Le ragazze di coach Fenoglio provano nuovamente a scappare sull’attacco longline si Loda (17-22) ma non fanno i conti con la forza di reazione della dragonesse, trascinate dai decibel del Palavignola.


Alhassan è regina dei 3 metri, Gray trova 2 vincenti di fila, Loda dice di no a Simon, ma Gray dopo l’attacco fuori misura di Mitchem riporta il set in parità assoluta (23-23). Gray conquista il primo set-point vanificato dall’errore di Alhassan dai 9 metri, Smarzek replica a Gray (25-25) e subito dopo a Simon (26-26). Cruz si conquista un nuovo set-point vanificato dalla sorte con il servizio dello stessa schiacciatrice portoricana che cade beffardamente nella metà campo rosanero dopo aver baciato il nastro (27-27). L’adrenalina sale: Mitchem spreca il primo match-point servendo in mezzo alla rete, Cruz annulla il secondo . con personalità (29-29), il muro di Gray su Smarzek riporta Caserta a un passo dal set ma il martello polacco si prende immediatamente la rivincita (30-30). Alhassan, Garzaro e Cruz annullano altre tre palle che potevano chiudere la contesa, ma il break decisivo è vicino e si concretizza sull’11° punto di Cruz abile a giocare con le mani del muro trovando il block out del 35-33. La partita si allunga.

QUARTO SET. L’equilibrio è rotto dall’allungo delle orobiche, che sfruttando la verve di Smarzek e Olivotto volano sul 3-6. Ghilardi va dietro per la bordata in zona 6 di Simon, Garzaro va a segno in primo tempo e poi Alhassan si erge a muro invalicabile sulla fast di Olivotto e ricuce sul 9-10. La centrale americana classe ’96 si ripete in fast, Gray non spreca l’assist di Ghilardi mentre il monster block di Garzaro su Melandri riporta il parziale in totale equilibrio (14-14). Il block-out di Gray permette il sorpasso rosanero, con l’attacco out di Smarzek a portare Caserta sul massimo vantaggio (17-15). Cruz inchioda, Alhasssan replica a Mitchem (20-18), ma Bergamo non getta le spugna ed impatta sul 20-20 con l’ace di Mitchem su Gray. Le dragonesse pigiano nuovamente il piede sull’acceleratore (23-21), ma le ragazze di Fenoglio restano aggrappate al set con due muri di fila timbrati Melandri (23-23). Gray va a segno lungolinea (24-23), Smarzek allunga il parziale ai vantaggi e ci pensa Gray al terzo tentativo a mettere giù il pallone del 26-24 dopo due difese encomiabili di Sirressi e Mitchem.

QUINTO SET. L’inerzia sembra cambiata e Caserta parte subito con marce elevatissime: Cruz incrocia, Garzaro trova un servizio vincente che cade esattamente sula linea di fondo, mentre Olivotto fallisce un facile tap-in senza muro (4-1). Qualche gratuito di troppo permette alle orobiche di rientrare (4-4), Smarzek firma il sorpasso, Alhassan non molla con Loda che inventa la zampata vincente (6-7). L’attacco out di Smarzek riporta il set decisivo in parità (8-8), Simon porta a casa un lunghissimo scambio con Cruz che mette giù l’importante pallone del 10-9. Cruz carica il braccio e scarica un proiettile in zona 6, ma due punti consecutivi dell’inarrestabile Smarzek mandano avanti Bergamo nella fase cruciale della contesa (11-13). Coach Cuccarini chiama la sospensione tecnica ma non sortisce l’effetto sperato: il roster rossoblù difende tutto e chiude in crescendo sull’11-15 portando a casa 2 punti importanti.

Golden Tulip Volalto Caserta-Zanetti Bergamo 2-3 (17-25, 22-25, 35-33, 26-24, 11-15)
Golden Tulip Volalto Caserta: Alhassan 11, Dalia n.e., Ameri, Poll n.e., Holzer n.e., Ghilardi (L), Cruz 25, Gray 21, Simon 13, Garzaro 9, Bechis 2. Allenatore: Cuccarini
Zanetti Bergamo: Smarzek 30, Imperiali n.e., Olivotto 13, Van Ryk n.e., Sirressi (L), Prandi, Samara, Melandri 7, Mirkovic 6, Civitico n.e., Loda 16, Mitchem 23. Allenatore: Fenoglio
Ace: 2 - 5 Battute Sbagliate: 11-12 Muri: 5-15 Errori: 25-29


video Volley - Caserta sfiora la rimonta ma cede al tie-break


Volley - A1 Femminile. Caserta sfiora la rimonta, ma al tie-break la spunta Bergamo

lunedì 9 dicembre 2019 - 23:25 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Sport


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point Rionero Caffè Futura Costruzioni srl ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO