Sport
shareCONDIVIDI

Calcio, all'Ercolanese il derby degli scavi. Termina l'avventura del Pompei nei playoff

Termina l’avventura della squadra mariana nei playoff che nell’impianto amico cede il passo all’Ercolanese di Mister Squillante .

tempo di lettura: 4 min
di Eduardo Del Sorbo
07/05/2023 07:36:37

Al Bellucci di Pompei va in scena la finale regionale della post-season del campionato di Eccellenza , la società di Patron Mango ospita l’Ercolanese.

Mister Masecchia cambia poco rispetto all’ultimo undici schierato nella settimana scorsa contro l’Albanova : Rendina tra i pali, Caiazzo , Gatta , De Giorgi , Tomolillo, Fiorillo, Marin,Leone , Di Paola e Lepre alle spalle di bomber Malafronte .

L’ercolanese di Luigi Squillante risponde con Maiellaro,Di Finizio, Esperimento, Caccia , Marrone,Zatico, Pesce, Borrelli, Onda, Galesio, Esposito.

Al bellucci è sold-out , il settore dei locali registra il tutto esaurito richiamando l’attenzione di molti addetti ai lavori, il settore ospiti anche.

Arbitra il sig. Mansour Faye della sezione di Brescia coadiuvato dal Sig. Orazio Nicodemo della sezione di Sapri e dal sig.Mario Cammarota della sezione di Nola

I primi dieci giri di lancette sono di marca granata , dopo soli due minuti gli ospiti si affacciano nella metà campo avversaria ma il tiro è debole Rendina fa sua la sfera.

Il leit motiv è evidente: L’ercolanese attacca e il Pompei anche in virtù del doppio risultato per la miglior posizione in classifica nella regular season difende e punta sulle palle lunghe verso i suoi totem.

Al 9’ la prima vera occasione del match: ripartenza ospite da calcio d’angolo avversario , Onda fa a sportellate ma viene murato sul più bello da un difensore locale.

Dopo cinque minuti la rete che stappa il match , Onda si incarica della battuta di una punizione dai 20 metri e indovina la parabola vincente Rendina può solo raccogliere la palla dal sacco: esplode il settore ospiti.

Il Pompei accusa il colpo ma non riesce ad abbozzare una reazione degna di nota con una manovra lenta e prevedibile per la retroguardia granata

Alla mezz’ora Gatta ci prova da punizione ma la conclusione è da rivedere.

Gli ospiti riescono ad arginare i locali bloccando Di Paola , la fonte principale delle offensive del roster di mister Masecchia , che è costretto a ripiegare al centro del campo per avere palloni giocabili.

Al 36’ momento chiave del match: l’assistente su invito dei calciatori granata richiama l’arbitro che espelle Leone per una presunta gomitata al limite dell’area.

La gara si scalda e dopo solo quattro minuti il fischietto di Brescia manda negli spogliatoi Marrone per intervento falloso all’altezza della linea laterale.

Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro dice che può bastare e manda le due compagini ad osservare quindici minuti di riposo.

Alla ripresa nessun cambio nelle due formazioni, dopo otto minuti tensioni al di fuori del rettangolo verde esplode un petardo nel settore ospiti di presunta provenienza locale dall’esterno dello stadio.

Il Pompei prova ad accelerare ma appare troppo in confusione con continue palle sugli esterni che non portano pericoli alla porta difesa da Maiellaro.

Al 57’ l’autore del gol Onda lascia spazio a Marigliano e Mister Masecchia pesca dalla panca Tedesco che subentra a Di Paola.

Dopo solo un minuto il Pompei esulta ma è tutto da rifare : corner dalla destra su ribattuta la sfera arriva tra i piedi di Gatta che fa partire una rasoiata che fucila l’estremo difensore locale ma viene ravvisato un’irregolarità.

A trenta minuti dal termine Serrano prende il posto di Lepre .

Esposito dalla mattonella a lui congeniale prova la battuta a rete a giro ma Rendina blocca senza problemi.

Al 72’ Gatta lascia il campo a Di Pietro , dopo due giri di lancette i padroni di casa ci provano in acrobazia ma nulla di fatto.

Mister Squillante lancia un messaggio chiaro dalla panchina : bisogna difendere il risultato con le unghia e con i denti , i suoi recepiscono e serrano le fila.

Ultimo cambio tra le fila pompeiane a dieci dal termine Tomasin prende il posto di Caiazzo.

L’ultima chance per i padroni di casa arriva dai piedi di Tedesco che però sciupa e spara alto.

Dopo cinque minuti di extra-time arrivano i tre fischi finali che spediscono L’Ercolanese alla fase nazionale degli spareggi per accedere alla quarta serie e fermano il sogno del Pompei di Patron Mango .

Video
play button

Pompei - Scavi, scoperti disegni di gladiatori fatti da bambini prima dell'eruzione del Vesuvio

In una stanza dello stesso isolato nuovi dipinti mitologici. Sul portone d’ingresso della casa due vittime dell’eruzione.

28/05/2024
share
play button

Castellammare - Evento 'Garden Stabiae Green' in ricordo di Nadio De Rosa

26/05/2024
share
play button

Castellammare - Tajani: «Mario l'uomo della partecipazione»

25/05/2024
share
play button

Castellammare - Catello Parmentola, giovane stabiese in campo. Ecco il suo programma

24/05/2024
share
Tutti i video >
Sport







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici