venerdì 19 ottobre 2018 - Aggiornato alle 09:14
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Politica & Lavoro

Castellammare - Terme, niente assunzione in Sint per gli ex lavoratori

Rigettata la richiesta di 42 ex dipendenti di Terme di Stabia. Ora le loro speranze sono riposte nel bando di privatizzazione.

pavidas
   I termali in una delle tante proteste presso il Tribunale di Torre Annunziata

E’ stata rigettata l’istanza presentata da 42 ex dipendenti di Terme di Stabia che chiedevano di essere assunti dalla Sint. Il Tribunale di Torre Annunziata, dopo una serie di udienze e con una situazione giudiziaria di Terme di Stabia prima e Sint poi in continua evoluzione, ha bocciato l’istanza dei lavoratori ritenendo di fatto valide le lettere di licenziamento che avevano ricevuto dopo il fallimento della loro azienda. Una lettera impugnata dagli ex termali i quali sostenevano che ci fosse stato un trasferimento d'azienda tra Terme di Stabia e Sint e, pertanto, insieme agli immobili la Sint doveva farsi carico anche dei dipendenti. L’ha pensata diversamente il tribunale oplontino. Ed ora, l’unica speranza per i 42 lavoratori resta, ancora una volta, la politica.

La Sint è in liquidazione e l’amministrazione comunale ha già nominato Vincenzo Sica commissario. A settembre si dovrà ripresentare il bando di privatizzazione, eventualmente insieme alla vendita di alcuni beni ritenuti non funzionali al termalismo. Una vendita necessaria a questo punto per fare cassa e pagare i debiti di Sint, cercando così di salvare il resto patrimonio immobiliare della partecipata comunale.


Poi, come detto, ci sarà il bando per l’affidamento ai privati dei due stabilimenti termali, quello del solaro e le Antiche Terme.

La speranza dei lavoratori ora sta proprio in questi bandi e in quanto la politica riuscirà a garantirgli in termini di salvaguardia dei livelli occupazionali. Il sindaco Gaetano Cimmino, annunciando il prosieguo dell’iter di messa in liquidazione della Sint avviato dal commissario prefettizio Gaetano Cupello, ha già precisato che « la priorità è la salvaguardia del patrimonio immobiliare delle Terme e dei livelli occupazionali del compendio aziendale. Le Terme saranno al centro di progetti che passeranno attraverso una nuova procedura di privatizzazione da discutere ampiamente in consiglio comunale. La mia amministrazione darà un impulso decisivo alla rinascita del termalismo nelle Antiche Terme e a valorizzare il complesso del Solaro».

Di qualunque colore sia, le speranze dei lavoratori ancora una volta dipendono dalla politica.

news Castellammare - Sint, "Non solo liquidazione, ma rilancio delle attività termali"


Gli ultimi articoli di Politica & Lavoro

venerdì 10 agosto 2018 - 08:34 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio Scuola Calcio Nicola De Simone ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio Scuola Calcio Nicola De Simone ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese