venerdì 19 ottobre 2018 - Aggiornato alle 06:55
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Politica & Lavoro

Castellammare - Porto e Zes, le proposte di sviluppo dei candidati sindaco

Lo sviluppo di Castellammare passa anche, se non soprattutto, da quello del porto. Ne sono convinti i candidati sindaco che hanno riservato tutti parte del loro programma a questa zona.

pavidas

Lo sviluppo di Castellammare passa anche, se non soprattutto, da quello del porto. Ne sono convinti i candidati sindaco che hanno riservato tutti parte del loro programma a questa zona. Da poche settimane il porto di Castellammare è diventato Zona Economica Speciale: questo significa investimenti privati, meno burocrazia, maggiore competitività.

«Il porto di Castellammare potrà essere completamente rivoluzionato grazie alla Zes (Zona Economica Speciale) – ha detto il candidato sindaco del centrodestra Gaetano Cimmino - Con circa 50 milioni di euro a disposizione, preso atto delle agevolazioni fiscali e delle semplificazioni di carattere burocratico, restituiremo al Centro Antico un rapporto privilegiato con il mare. Abbatteremo i silos e creeremo una piazza a mare, tra le più grandi della Campania. Ma gli interventi più importanti saranno garantiti al molo che dovrà consentire l’attracco delle navi da crociera. E’ un passo fondamentale per Castellammare che vuole guardare al turismo. Trasformando il nostro porto in un polo crocieristico potremmo diventare una grande stazione marittima che funga da appoggio al porto di Napoli. La posizione strategica di Castellammare, vicina alla penisola sorrentina, Faito, Capri e Vesuvio, attirerà migliaia di turisti. La nostra attenzione sarà rivolta allo sviluppo dell'area portuale ma anche alla tutela della piccola impresa. Penso agli operatori del porto, che non possono correre il rischio di essere cancellati dal processo di sviluppo» ha concluso.

«Il nostro porto rappresenta il motore che deve essere acceso per far scoppiare lo sviluppo ed il lavoro nella nostra città - ha detto Massimo de Angelis - La nostra scelta è quella di realizzare Stabiae/Pompei porto. Pensiamo ad una soluzione cluster che tenga insieme due server: la Fincantieri e la rigenerazione del vecchio porto. I numeri sono chiari: 4 milioni di turisti ogni anno di cui 1.300.000 arrivano via mare. Dobbiamo intercettare importanti flussi turistici (obiettivo stimato 400.000 turisti) e dare una svolta radicale alla nostra economia. Da poche settimane il porto di Castellammare è diventato Zona Economica Speciale: questo significa investimenti privati, meno burocrazia, maggiore competitività. Ho già avviato una rete di relazioni internazionali per sondare l’interesse concreto dei principali gruppi crocieristici ad investire su Castellammare di Stabia. Con l’Autorità Portuale di Napoli predisporremo un bando internazionale per determinare la svolta. Nei luoghi del deposito dei Sali e dei Magazzini Generali può sorgere il Terminal della nuova stazione crocieristica Stabiae-Pompei, la caserma Cristallini può essere trasformata in un albergo a 5 stelle, via Brin, via Bonito e l’Acqua della Madonna possono diventare la promenade del Vesuvio con ristoranti, vinerie, locali per i giovani, via Gesù, Santa Caterina, Licerta, via De Turris torneranno ad essere luoghi del commercio, dell’artigianato, dei figli degli affittacamere che accendono le insegne di decine di bed and breakfast.


 È questa la traiettoria di futuro più significativa del mio programma. In questa direzione abbiamo stimato la possibilità di creare 4mila occasioni di lavoro per i giovani e non solo».

Anche per Tonino Scala, candidato sindaco di Liberi e Uguali, «l’area portuale di Castellammare è un centro nevralgico per il suo sviluppo»,anche se «ancora troppo anarchico, che ha bisogno di regolamentazione e di miglioramenti. Mi riferisco all’area dell’Acqua della Madonna e ai suoi chalet: il bando per l’assegnazione dei chioschi non ha prodotto i risultati auspicati, e intanto prosperano, in modo scandaloso e sotto gli occhi di tutti, l’abusivismo commerciale e un’insopportabile sosta selvaggia con svariati parcheggiatori abusivi.  Un caos che lascia la chiara sensazione che lo Stato sia assente». Ma la base da cui partire è importante, ed è reale. «La Z.E.S. - dice Scala - è stata istituita per la prima volta in Calabria e in Campania, su proposta del Ministro per il Mezzogiorno Claudio De Vincenti. Uno strumento importante, che favorisce l’avvio dell’attività di nuove imprese ed il rafforzamento di quelle già esistenti, in particolare proprio per le aree portuali. Castellammare, dunque, vi rientra a pieno titolo. In particolare, alle imprese che avvieranno un programma di nuovi investimenti saranno riconosciuti dei benefici fiscali attraverso un’estensione del credito d’imposta per le imprese al Sud per gli investimenti fino a 50 milioni di euro, con l’obiettivo di attrarre investimenti di grandi dimensioni e garantire un sensibile incremento dell’occupazione in tali aree. Una rivoluzione che potrebbe cambiare il volto di quell’area, permettendoci di pensare in grande e delineare una nuova e migliore identità per il nostro porto, anche in chiave turistica» ha concluso Scala.

SUlla stessa linea d'onda anche Francesco Nappi, candidato sindaco del Movimento 5 STelle, per il quale «il porto di Castellammare è inserito nel PRP che sarà il volano dello sviluppo turistico della città. Nel piano strategico della ZES si da una notevole importanza alle aree a ridosso dell’area portuale proprio nell’ottica dello sviluppo turistico che ne può derivare. Il nostro obiettivo è intervenire, affinché la città possa beneficiare di tutte quelle opportunità che si presenteranno dalla riqualificazione del porto. L’attenzione sarà focalizzata sulla creazione di opere finalizzate alla creazione di posti di lavoro e allo sviluppo economico della zona».


Gli ultimi articoli di Politica & Lavoro

venerdì 25 maggio 2018 - 16:33 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio Scuola Calcio Nicola De Simone ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio Scuola Calcio Nicola De Simone ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese