domenica 26 maggio 2019 - Aggiornato alle 23:30
adraporte
StabiaChannel.it
adraporte
Politica & Lavoro

Castellammare - Partito Democratico in fase di riorganizzazione: prima il congresso nazionale, poi quello locale


Intanto Antonio Pannullo, Nicola Corrado e Nora Di Nocera sono i tre candidati delegati per il congresso nazionale

pavidas

Congresso locale subito dopo il congresso nazionale. E' questa la road map del Partito Democratico di Castellammare che prova a riorganizzarsi dopo gli ultimi appuntamenti elettorali dove è stato sconfitto sia dal centrodestra che dal Movimento 5 Stelle, seguendo la scia negativa della sinistra a livello nazionale. Dopo le dimissioni di Nicola Corrado all'indomani della disfatta alle amministrative, il partito è in fase di riorganizzazione mentre osserva con attenzione le tappe d'avvicinamento al congresso del 3 marzo. A riguardo, tre stabiesi concorreranno per la carica di delegato per l'assemblea nazionale. Si tratta di Antonio Pannullo, a sostegno di Giacchetti, Nicola Corrado a sostegno di Zingaretti e di Nora Di Nocera a sostegno di Martina.

«E' una candidatura di servizio - spiega l'ex segretario Corrado -. Mi hanno chiesto la disponibilità e non potevo tirarmi indietro: il partito è per me importante, ha un valore affettivo enorme. Con Zingaretti sono sicuro che possiamo inaugurare un nuovo corso per chi crede ancora nel progetto. Dopo la fase congressuale nazionale, ci sarà quella di Castellammare dove, evitando le divisioni, si dovrà formare una nuova classe dirigente. Sarà una tappa fondamentale per il Pd. Al momento è presto per parlare di eventuali candidature: io mi dedico alla professione di avvocato osservando quello che accade a livello locale e nazionale».




«Accetto con entusiasmo questo ruolo che mi è stato assegnato. Il mio appoggio a Giacchetti è fuori discussione: fa parte di quella classe dirigente che tanto ha fatto bene al partito e anche all'Italia intera con i governi di Renzi e Gentiloni. Non condivido la linea di Zingaretti che punterebbe ad un dialogo con il Movimento 5 Stelle e a ricucire il rapporto con coloro che hanno voluto lasciare il partito. Noi siamo contro la deriva populista di questi ultimi tempi» ha commentato invece Antonio Pannullo, ex sindaco di Castellammare. «Congresso stabiese? Al momento non è stato organizzato perchè c'è una direttiva da Roma che vieta l'organizzazione di congressi prima di quello nazionale. In primavera inoltrata avremo modo di formare una nuova classe dirigente». Pannullo, infine, non nega la sua amarezza per una mancata presa di posizione del Pd regionale e provinciale dopo i fatti di dicembre scorso relativi all'inchiesta Olimpo: «Speravo che dopo le mie denunce, e quelle dei consiglieri comunali che hanno governato con me, ci fosse una condanna dai vertici della Campania. Così non è stato e me ne rammarico. Siamo rimasti isolati solo io e qualche consigliere come Iovino: c'è bisogno di un rinnovamento».


martedì 19 febbraio 2019 - 14:44 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Politica & Lavoro


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese