Politica & Lavoro
shareCONDIVIDI

Castellammare - L'ascesa di Stabia preoccupa la Penisola Sorrentina

Tito, sindaco di Meta: «Il Grande Progetto Pompei danneggia la nostra economia». Elefante(PD): «Ha una visione distorta del commercio e del turismo».

tempo di lettura: 1 min
di sr
29/05/2023 10:16:53

«Il Grande Progetto Pompei, che vede impegnata anche Castellammare, danneggia la nostra economia». Sono le parole del sindaco di Meta di Sorrento, nonché consigliere della città metropolitana, Giuseppe Tito.

Parole che fanno riflettere su come i sindaci della Penisola Sorrentina giudicano tutte le iniziative volte a migliorare lo status dei cittadini e delle città che le circondano. E non si è fatto attendere il commento della parte politica di Castellammare di Stabia. «Evidentemente Tito ha una visione distorta del commercio e del  turismo – ha detto Roberto Elefante, presidente del Partito Democratico stabiese - Se si fa rete tutte le città ne beneficiano, e Napoli lo sta dimostrando. Se aumentiamo attività attrattive sui nostri territorio ne beneficiano tutti». Ma, in ogni caso, le parole di Tito fanno riflettere. «Questo è un segnale che la penisola sorrentina non vede di buon occhio la crescita di Castellammare. Una città che si sta rendendo finalmente conto che ha una potenzialità enorme, che deve recuperare la totale balneabilità del suo litorale. Proprio quest’ultima deve essere la sfida dei prossimi anni della politica stabiese, chiunque sia classe dirigente della città. Bisognerà fare scelte importanti sul fronte mare, turismo, mobilità e non cementificazione ma creazione di posti letto in strutture ricettive. È arrivato il momento di fare scelte giuste, senza guardare a ciò che dicono gli altri, dobbiamo  guardare a noi stessi, creando un futuro ai nostri giovani» ha concluso Elefante.

Video
play button

Gragnano - Grande successo 'Bacco e Cerere', connubio tra enogastronomia e storia

Grande successo per la prima edizione dell’evento enogastronomico “Bacco e Cerere” ospitato dalla comunità parrocchiale di Madonna delle Grazie. Numerose le personalità di rilievo che hanno preso parte alla manifestazione, tra cui il sindaco di Gragnano, Nello D’Auria, il primo cittadino di Santa Maria la Carità, Giosuè D’Amora, l’avvocato Francesco Bocchini, il “Baronetto di Posillipo” Gianni Improta e numerosi scrittori, giornalisti enogastronomici e archeologi. In questa suggestiva cornice gli chef stellati Nicola Somma ed Eustachio Cannavale hanno rivisitato un piatto dell’antica tradizione romana, lagane e ceci, che ha estasiato il palato dei numerosi visitatori. Un’esperienza, in grado di miscelare gusto, cultura e storia, assolutamente da ripetere.

19/09/2023
share
play button

Castellammare - Acqua della Madonna e Acidula ancora chiuse, il punto dei commissari

31/08/2023
share
play button

Pompei - Ricostruita la vita degli schiavi a Civita Giuliana

20/08/2023
share
play button

Castellammare - Colpo al clan Cesarano, sigilli a concessionaria e società di noleggio auto e imbarc

11/08/2023
share
Tutti i video >
Politica & Lavoro







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici