martedì 20 agosto 2019 - Aggiornato alle 21:13
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Politica & Lavoro

Castellammare - Forza Italia, scontro fra consiglieri ed ex commissario. La base del partito contesta i quattro forzisti


Alcuni fra ex candidati e simpatizzanti di Forza Italia si schierano al fianco di Sicignano, ex segretario cittadino

pavidas

Antonio Sicignano attacca, i consiglieri rispondono. E' in atto un vero e proprio scontro fra l'ex commissario cittadino di Forza Italia e i quattro forzisti membri del consiglio comunale di Castellammare. Diverbi che partono da lontano, già dalle prime settimane successive alla vittoria di Gaetano Cimmino alle elezioni amministrative del giugno scorso. I rapporti fra Sicignano e il quartetto composto da De Filippo, Esposito, Cimmino e Gentile sono ormai ai minimi storici e neanche le dimissioni del primo da segretario hanno migliorato il tutto. Anzi, sono partite accuse incrociate fra i diversi membri di Forza Italia. Sicignano ha accusato i suoi ex colleghi di partito di immobilismo in consiglio comunale e non avrebbe gradito la decisione di Antonio Cimmino di passare alla Lega (trasferimento che al momento è ancora congelato). D'altro canto, i quattro non hanno gradito la scarsa presenza del commissario in città oltre che il fatto di aver rivendicato un posto in giunta.

La base del partito, composta fra simpatizzanti ed ex candidati, si sarebbe schierata al fianco di Sicignano chiedendo le pronte dimmissioni di De Filippo, Esposito, Cimmino e Gentile. «Sono deluso dal comportamento degli attuali consiglieri eletti. Si devono dimettere. E’ inaccettabile vedere quello che sta succedendo: nessuna iniziativa e nessun coinvolgimento della base.


L’unica cosa che sanno fare è fare copia/incolla dei comunicati del sindaco su Facebook. Nessun intervento di rilievo in consiglio comunale. Nessuna proposta seria. Lo sanno tutti che un consigliere sta trattando per andare nella Lega, un altro spera di prendere qualche incarico in giunta per l’amico e qualcun altro non sa nemmeno lui cosa vuole fare. Un giorno si complimenta con Antonio Sicignano, mandandogli messaggi di sostegno e dicendogli di voler prendere le distanze dal gruppo di Forza Italia e un altro lo attacca» spiega Francesco Giglio.

«Forza Italia è allo sbando, per colpa di questi consiglieri. Come me la pensano molti candidati della lista: siamo stati usati e poi gettati. E’ arrivato il momento di dire basta: si devono dimettere. E’ arrivato il momento in cui il partito di forza italia deve tornare alla base. Via da Forza Italia. Ve ne dovete andare. Non vi vogliamo» conclude.

Una situazione di stallo quella nella quale si ritrova il partito forzista che dopo diversi anni era riuscito a ritornare al governo della città. La mancanza di un commissario e allo stesso tempo le divergenze fra i componenti di Forza Italia sta complicando questo primo anno di governo. Il tutto, al momento, senza intaccare la maggioranza del sindaco Gaetano Cimmino.


giovedì 25 aprile 2019 - 15:07 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Politica & Lavoro


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO