giovedì 23 maggio 2019 - Aggiornato alle 16:10
farmacia san carlo
StabiaChannel.it
farmacia san carlo
Politica & Lavoro

Castellammare - Fincantieri, consiglio regionale conferma investimenti per il bacino stabiese


Un nuovo piano di rilancio non può, dunque, che partire da questo punto. Gli investimenti necessari devono essere finalizzati.

pavidas

Il Consiglio Regionale di oggi, convocato per discutere di Fincantieri, ha confermato, come già fatto dal Consiglio Comunale di Castellammare, la volontà da parte di tutti gli schieramenti politici di sostenere gli obiettivi posti in campo dai lavoratori e dal sindacato, tesi ad assicurare una missione produttiva certa al Cantiere di Castellammare : costruire navi .Un nuovo piano di rilancio non può, dunque, che partire da questo punto; gli investimenti necessari devono essere finalizzati , oltre che ad accrescere l’occupazione, a rendere il Cantiere sempre più moderno e competitivo .

«I lavoratori, diretti e dell’indotto, in questi anni hanno fatto sacrifici enormi - fanno sapere da Liberi e Ugiali - Hanno dimostrato, da ultimo anche con la nave militare in costruzione, di avere le professionalità e le competenze necessari per continuare a costruire navi.  Sono scelte che lanciano anche una sfida positiva a Fincantieri: rendere chiaro il ruolo che Castellammare deve avere in questa fase di espansione del Gruppo e per il futuro.  Sono obiettivi che richiedono anche coerenza e impegno da parte dell’Autorità Portuale, della Regione, del Governo. Basta con le cose non dette, con ipotesi di utilizzo delle aree e delle strutture che sembrano mettere in contrapposizione la costruzioni di navi e lo sviluppo anche turistico della città. Salvo che non si voglia disperdere questo clima e questa convergenza positiva ,è ora che nelle prossime settimane si facciano concreti e verificabili passi in avanti : si formalizzi il tavolo tra tutti i soggetti richiamati, insieme al Comune, al Sindacato , ai lavoratori, per definire la missione del Cantiere , gli investimenti necessari, il rilancio delle attività che devono investire l’intero fronte a mare anche sulla base delle nascenti ZES.  La volontà espressa da tutti, nelle diverse sedi Istituzionali, non potrà che portare finalmente ad un accordo che metta fine alla fase di incertezza, per aprire quella legata ad un futuro positivo e di rilancio di attività strategiche per il futuro di Castellammare.


 Noi chiediamo che questa svolta avvenga presto, prima del voto, in modo serio e coerente» hanno concluso.

“La differenza tra la politica del fare e quella delle chiacchiere è stata rimarcata oggi nell’aula del Consiglio regionale. Ci aspettavamo di poter affrontare una discussione costruttiva su una questione delicata come quella del futuro della Fincantieri di Castellammare di Stabia. Ma a farci ricredere sono stati i soliti attori protagonisti di questi anni di disastro Campania. A partire da De Luca, grande assente in Consiglio, probabilmente per sfuggire dalle sue responsabilità. Passando per chi questa seduta l’ha proposta, ovvero il capogruppo di Forza Italia Armando Cesaro, presentatosi in aula già con un’ora di ritardo e il cui obiettivo era quello di fare propaganda sulla pelle dei lavoratori e di un’intera città, rappresentata in aula dai suoi amministratori, utilizzati come pretesto per i suoi sterili attacchi al nostro Governo e al ministro Di Maio. Un Governo che, dispiace per Cesaro, ha preso a cuore fin da subito le sorti di Fincantieri, attivando un tavolo con l’attuale management un tavolo a livello nazionale per monitorare ogni passaggio del piano industriale e impegnandosi a salvaguardare i livelli occupazionali”. Così i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Gennaro Saiello e Luigi Cirillo.

“E’ necessario – sottolineano Cirillo e Saiello del Movimento 5 Stelle - avviare un piano di infrastrutture a sostegno dello stabilimento stabiese per contribuire a un percorso di rilancio. Da un anno il protocollo di intesa sulla formazione e all'ammodernamento delle infrastrutture, è rimasto solo carta senza programmi né stanziamenti di risorse da parte del Governo regionale. La Regione deve immediatamente attuare una programmazione perché il cantiere stabiese ha bisogno di investimenti. Le risorse annunciate a più riprese da De Luca sono necessarie per far fronte agli impegni che sono stati assunti”.


video Fincantieri, Longobardi: «Ora un patto per Castellammare»

martedì 16 aprile 2019 - 17:31 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Politica & Lavoro


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese