sabato 15 giugno 2019 - Aggiornato alle 19:17
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Politica & Lavoro

Castellammare - Caos per le indennità di funzione della polizia municipale, la Cgil minaccia la mobilitazione


Tante criticità riscontrate dal sindacato: dal ruolo dei dirigenti agli errori nel conferire le indennità

pavidas

Indennità di funzione per la polizia municipale di Castellammare di Stabia, scatta la protesta della Cgil. Il sindacato infatti ha ravvisato degli errori nelle procedure firmate dal dirigente Alfonso Mercurio il quale ha ricevuto la delega dal segretario generale Loredana Lattene per gestire proprio i caschi bianchi. Il problema riscontrato dai responsabili della Cgil riguarda in primis il ruolo dei dirigenti a capo del settore.

«Solamente a Castellammare di Stabia abbiamo da due figure dirigenziali a seguito della sostituzione del precedente Comandante. Oggi invece ci troviamo di fronte ad una sorta di “diarchia” in cui un dirigente (Loredana Lattene, ndr) affida funzioni dirigenziali parziali ad uno Specialista di Vigilanza identificandolo come Dirigente ad interim (Alfonso Mercurio, ndr) e quest’ultimo, nell’affidare incarichi di responsabilità necessita di una firma di “supporto” o viceversa fa da “supporto” al legittimo titolare della delega di funzioni di responsabilità.

Sulla legittimità di tale condizione ci sia consentito di esprimere forti dubbi e, pertanto, chiediamo sin da subito al Sindaco di operare un chiarimento definitivo relativo a chi esercita le funzioni di Comandante del corpo della Polizia Municipale di Castellammare» spiega la Cgil.




La critica del sindacato si basa anche su un atto firmato dai due dirigenti e che conferisce delle indennità senza un ordine chiaro. «I firmatari hanno evidenziato la complessità organizzativa, di mansioni e funzioni degli Specialisti di Vigilanza indicando compiutamente il modello organizzativo del Corpo. In conseguenza di ciò hanno affidato le responsabilità soltanto a 4 ufficiali lasciandone inspiegabilmente 2 fuori come se questi non esercitassero le responsabilità richiamate nella sopra citata premessa».

Ma non finisce qui infatti, entrando nel merito del provvedimento, si contesta il tema della rendicontazione mensile delle responsabilità esercitate. In particolare Mercurio e Lattene hanno premiato solo un dipendente nonostante la disponibilità economica stanziata in contrattazione decentrata. «Alla luce di quanto sopra la CGIL chiede la modifica degli atti di affidamento delle responsabilità nella parte in cui si condiziona l’erogazione mensile della relativa indennità alla redazione di apposita relazione sulle attività svolte perché non prevista da alcuna normativa vigente». Il sindacato non esclude una fase di mobilitazione dei lavoratori su questa ed altre vicende tanto che si richiede apposito incontro sindacale.


mercoledì 12 giugno 2019 - 14:28 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Politica & Lavoro


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese