martedì 26 marzo 2019 - Aggiornato alle 19:15
bcp
StabiaChannel.it
bcp
Politica & Lavoro

Castellammare - Botti di capodanno, quelli del Comune sono costati il doppio del previsto


Dura lettera della segretria comunale rivolta al Sindaco ed al dirigente competente.

pavidas

I fuochi d'artificio in occasione di Capodanno sarebbero costati il doppio rispetto al previsto. A denunciare l'affidamento anomalo è la segretaria generale del Comune di Castellammare di Stabia, Loredana Lattene che, in una lettera indirizzata a Palazzo Farnese nel dicembre scorso, ha espresso i suoi dubbi su una gara che è stata portata avanti dagli uffici comunali. Una inziativa che sembra prendere spunto da una missiva che lo scorso 13 dicembre lo stesso sindaco Gaetano Cimmino aveva indirizzato ai dirigenti comunali Miranda e Verdoliva mettendoli in guardia circa le "forniture aggiuntive agli eventi del 7 dicembre", ricordando di operare in modo da far registrare debiti fuori bilancio.

In pratica l'Ente aveva fatto partire un bando a fine novembre che comprendeva, fra gli altri servizi, anche l'organizzazione dello spettacolo pirotecnico dal costo di 6mila euro. Qualche settimana dopo, però, è stata pubblicata una determina la quale estrapolava i fuochi dalla precedente gara e prevedeva un nuovo affidamento per lo spettacolo dal costo di 12mila euro, il doppio rispetto a quanto inizialmente stabilito. Una procedura non limpida alla Lattene la quale ha chiesto un chiarimento al sindaco, all'assessore ai lavori pubblici Giovanni Russo, all'assessore al bilancio Stefania Amato oltre che al dirigente Giovanni Miranda. Sarà una determina che farà sicuramente discutere nelle prossime settimane in quanto già il procedimento di organizzazione per le festività natalizie non era stato condiviso dalle forze politiche che avevano puntato il dito contro il lavoro fatto dall'assessore al ramo, Lello Radice.




L'errore al quale fa riferimento la Lattene non sarebbe l'unico. La segretaria infatti avrebbe individuato anche una gara assegnata senza le dovute autorizzazioni e senza controllare i requisiti tecnici e generali della società vincitrice lamentando anche una pubblicazione in ritardo sull'Albo Pretorio comunale. La lettera della Lattene è stata inviata a pochi giorni di distanza dalla missiva inviata dal sindaco Gaetano Cimmino ai dirigenti comunali subito dopo l'avvio delle manifestazioni natalizie. Il primo cittadino chiedeva che tutti gli eventi avrebbero dovuto rispettare i costi stabiliti ed eventuali debiti fuori bilancio dovevano essere chiariti da coloro che avevano lavorato alla procedura. Cimmino chiedeva "la massima attenzione" oltre che tutte le iniziative per garantire "trasparenza nell'azione amministrativa". Il tutto perché i loro compiti, come prevede la legge, hanno due strutture completamente diverse le une dalle altre: il sindaco dà l'atto politico ma le pratiche vengono portate avanti dai singoli dirigenti. Qualcosa, comunque, secondo la Lattene non avrebbe funzionato ed ecco che a Palazzo Farnese ritornano i dubbi sull'operato della macchina amministrativa.


giovedì 10 gennaio 2019 - 13:43 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Politica & Lavoro


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese