domenica 22 settembre 2019 - Aggiornato alle 19:14
dginformatica
StabiaChannel.it
dginformatica
Politica & Lavoro

Castellammare - Apu, i lavoratori scrivono al Pd: «Dalla Regione silenzio assordante»


Gli operatori stabiesi a gamba tesa su De Luca, giovedì una delagazione campana sarà ricevuta a Roma.

pavidas

Gli ormai ex lavoratori Apu di Castellammare non mollano. I circa 50 operatori stabiesi, dopo la scadenza agostana del progetto di ammortizzamento sociale proposto dalla Regione, si trovano nei fatti nuovamente abbandonati a se stessi, nella sostanziale indifferenza della classe politica nazionale, impegnata in queste settimane nel rimpasto di governo. Lo scorso 9 luglio gli Apu campani erano stati ricevuti dall'ex ministro del Lavoro Di Maio, ora, con la formazione della coalizione giallorossa alla guida del paese, il Mise ha riconvocato una delegazione Apu per giovedì a Roma. L'incontro sarà preceduto, mercoledì, da un summit tra il sindacalista Usb Giovanni Pagano e il segretario regionale del Pd Leo Annunziata, in cui i rappresentanti di categoria proveranno a capire i margini di una ricollocazione.

Nel frattempo, gli stessi ex operatori per la Pubblica utilità hanno scritto una lettera aperta rivolta ai Dem, lanciando accuse nemmeno troppo velate nei confronti del governatore Vincenzo De Luca: «Purtroppo a oggi dobbiamo attestare che non c'è stata nessuna volontà di ascolto - recita il documento -, neanche quando il Ministero del Lavoro e tanti sindaci campani (oltre cinquanta, molti proprio del Pd) chiedevano la presenza della Regione a un tavolo in cui si discuteva della nostra vertenza, incontro che si è tenuto a Roma il giorno 9 luglio di quest'anno. Non comprendiamo i motivi di tanta ostilità, soprattutto alla luce della volontà degli enti locali e del Ministero di trovare delle soluzioni per lenire la nostra condizione di disoccupazione».

«Il Mise proprio in quell'incontro ha individuato delle risorse che potrebbero andare nella direzione delle nostre istanze, allora ci chiediamo il perché dell'assordante silenzio della giunta De Luca? Già in passato abbiamo chiesto a tanti militanti e rappresentanti istituzionali del Pd di dare un supporto a questa vertenza, di venire incontro ai bisogni di tanti uomini e donne campane, ma ogni tentativo si è sempre infranto sulle porte sbarrate di palazzo Santa Lucia.


Ci è sempre stato detto che il problema andava risolto al livello dello Stato Centrale e noi abbiamo lottato per ottenere che anche il Governo entrasse in questa partita, ma neanche questo è bastato a convincere chi di dovere a sedersi dalla parte dei lavoratori Apu. Ci è stato detto che la Regione non aveva le competenze, che si stava giocando sulla nostra pelle uno scontro politico tra forze contrapposte. Bene oggi queste forze sono nella stessa compagine governativa - incalzano gli Apu -, perché non è possibile dialogare per risolvere i problemi della povera gente, mentre si fa tranquillamente per cose molto più complesse come la definizione di un nuovo Governo?».

Infine l'affondo e la richiesta esplicita: «Noi tutti siamo stanchi di essere trattati come numeri e senza nessun rispetto per le nostre vite e le nostre sofferenze, in una regione che ha perso due milioni di persone a causa dell'emigrazione negli ultimi quindici anni, dove i tassi di disoccupazione crescono e le aziende chiudono noi di cosa dovremmo vivere? Il Partito Democratico oggi è al Governo del paese, parla di discontinuità e di cambiamento, noi chiediamo discontinuità e cambiamento da subito in Campania. Chiediamo di essere ascoltati - conclude la lettera a nome dei circa 2500 lavoratori campani -, chiediamo che si trovino nel più breve tempo possibile delle soluzioni per noi e per le tante vertenze aperte in Regione che dipendono solo dalla volontà del governatore De Luca. Ancora una volta siamo qui a ricordarvi che ci sono uomini e donne in carne e ossa che soffrono problematiche non create da loro e sono indifesa di fronte alle istituzioni locali che dovrebbero prenderne le difese, e invece con arroganza e chiusura diventano il primo ostacolo per la risoluzione di questioni che nella realtà sono più semplici di come appaiono».



Castellammare - Apu, i lavoratori scrivono al Pd: «Dalla Regione silenzio assordante»

lunedì 9 settembre 2019 - 15:50 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Politica & Lavoro


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO