sabato 28 novembre 2020 - Aggiornato alle 21:16
adraporte
StabiaChannel.it
adraporte
Dal Mondo

L’Italia delle slot machine, numeri e tendenze nel nostro paese. Così nel resto nel mondo.


pavidas
   le slot contribuiscono a un terzo della raccolta complessiva dei giochi

La diffusione capillare delle slot machine e delle cosiddette videolottery (meglio note come VLT o Video Lottery Terminal) su tutto il territorio italiano è ormai un dato di fatto. Stiamo parlando di un mercato che genera centinaia e centinaia di milioni di euro ogni anno, con numeri in continua crescita. Ma dove e quando nasce il fenomeno delle slot machine in Italia? La svolta nel nostro paese arriva soltanto dopo il 1992 quando gli allora governi cominciarono ad allentare la loro presa sul gioco d’azzardo, individuandone una utile fonte di finanziamento per la spesa pubblica. Ed è così che le slot machine cominciano a diffondersi in Italia in maniera capillare. Parallelamente, arrivano le prime licenze per gli operatori di gioco che diventano così autorizzati ad “aprire” i primi casinò online.

Gli ultimi report dell’AAMS dimostrano che la crescita e la diffusione delle slot machine fisiche in Italia sono in continuo aumento, sia per il numero di dispositivi di gioco distribuiti lungo tutto lo stivale che per l'effettivo numero di giocate registrate. Eppure, il trend dei prossimi anni sarà quello legato ai casinò online e alle sale da gioco digitali, come il circuito di slot 888, già oggi uno degli operatori virtuali più scelti dagli utenti italiani.

Il mercato del divertimento online sul territorio nazionale italiano (ma il discorso è valido anche per tutti gli altri paesi del vecchio continente come vedremo più avanti) e il suo futuro, inevitabilmente sarà legato (in realtà lo è già) alla penetrazione dei cellulari di ultima generazioni e dei tablet tra la popolazione. Le ricerche di mercato dei più famosi operatori del settore, infatti, hanno rivelato che la maggior parte dei giocatori, sempre più frequentemente, sceglie di giocare online attraverso l’utilizzo del proprio smartphone. Tutto questo perché, grazie alla disponibilità degli stessi, ogni momento (e ogni luogo) diventa adatto per trascorrere del tempo in compagnia dei propri giochi online preferiti, sfruttando sempre di più anche la banda larga, ormai diffusissima su vasta scala in campo nazionale.

Oggi, però, a fare la parte del leone, sono le slot machine. Negli ultimi anni la raccolta derivante dal gioco in Italia ha fatto segnare un tasso di crescita davvero elevato, arrivando a sfiorare anche i 30 miliardi di euro nell’ultimo anno (contro i 14 miliardi di euro raccolti sette anni fa). Nel computo totale balza subito all’occhio il dato relativo alle slot machine che, solo nel 2018, hanno fatto registrare da sole una raccolta di circa 10 miliardi di euro, ovvero più di un terzo dell’ammontare complessivo raccolto.


In generale, il comparto tra il 2013 e il 2018 ha registrato un aumento del 50 per cento circa della raccolta, un dato più che positivo a cui è corrisposto un aumento analogo per quanto concerne il capitolo delle vincite. Il payout medio si mantiene abbastanza alto (fino al 96,5%), per una tendenza che non fa altro che aumentare il grado di appeal di questa tipologia di giochi.

Ma quale è la situazione in Italia? Dove si gioca di più? Si stima che sul suolo italiano insistano oltre 360mila apparecchi da gioco, tra videolottery e slot machine. Secondo i dati forniti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze in una delle ultime riunioni della Commissione Finanze alla Camera, le tre regioni dove è maggiore la presenza delle slot sono la Lombardia (con quasi 50mila dispositivi di gioco disponibili, ovvero uno ogni 200 abitanti), la Campania con 39mila apparecchi e il Lazio con poco meno di 38mila. A seguire troviamo tre regioni del nord come il Veneto (con 34mila dispositivi di gioco disponibili sul territorio), il Piemonte (quasi 30mila) e l’Emilia Romagna (23mila). Tra le prime dieci regioni italiane di questa speciale classifica ci sono anche la Puglia (a quota 22mila), la Calabria (15mila) e la Sicilia (19mila). Mettendo a confronto i dati della diffusione di questi apparecchi da gioco e gli abitanti delle varie realtà italiane, emerge poi che la Sardegna è il territorio del Bel Paese dove insistono più slot pro capite (una ogni 95 abitanti), con alte percentuali di diffusione di queste strumentazioni ludiche nelle province di Sassari, Nuoro e Oristano.

In generale, in Italia si gioca di più nelle tre maggiori aree metropolitane del paese, ovvero nelle province di Milano, Roma e nella provincia di Napoli. Un dato assai interessante arriva dalla Lombardia, con una città che negli ultimi anni si è guadagnata il titolo di Las Vegas d’Italia. Stiamo parlando di Pavia, cittadina con poco più di 73mila abitanti e circa 650 slot machine diffuse sul suo territorio. Il capoluogo lombardo vanta il poco invidiabile record di spesa per persona più alta del Paese con oltre 1600 euro giocati alle slot ogni anno dal singolo cittadino pavese. Il caso Pavia è stato così eclatante negli ultimi anni da attrarre anche l’attenzione dei più famosi tabloid inglesi.

Chiudiamo la nostra rassegna dando uno sguardo alla situazione nel vecchio continente. Nel resto dei paesi europei, il settore del gioco è dominato dalle diverse tipologie offerte dai giochi e dalle scommesse sportive online, con una più marcata presenza sul mercato da parte di queste ultime nelle realtà territoriali del Regno Unito e, soprattutto, della Spagna. Oltremanica, in particolare, il settore del betting sportivo vanta i clienti più fidelizzati (quasi tre milioni di utenti fissi ogni anno) ma appartiene ancora al comparto delle slot machine il record di spesa pro capite più grande (oltre 1300 sterline).



L’Italia delle slot machine, numeri e tendenze nel nostro paese. Così nel resto nel mondo.

lunedì 2 marzo 2020 - 09:56 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Dal Mondo

Covid: Oggi in Italia 26.323 positivi, 686 vittime

Covid, Ordinanza di Speranza: Arancione Calabria, Lombardia, Piemonte. Area gialla per Liguria e Sicilia. In vigore dal 29 novembre

Covid: incontro Governo-Regioni, scuola e sci dopo le feste. Il premier Conte: 'Un Natale diverso'

Spostamenti, scuole, shopping: in arrivo le regole di Natale

Conte: 'Coordinamento con l'Ue sulle misure per Natale'

Conte: 'Se trend continua niente zone rosse a fine mese. Ma serviranno misure ad hoc a Natale'

Covid, le ipotesi del governo per Natale e Capodanno

Governo lavora a extra cashback Natale, fino a 150 euro

Natale che verrà, regole per shopping, cenone e parenti



Sponsor
CIL
dg informatica adra bcp poldino auto somma somma point Rionero Caffè Futura Costruzioni srl ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna auto somma somma point Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO

StabiaChannel.it
StabiaChannel TV

I PIÚ VISTI DELLA SETTIMANA