mercoledì 12 dicembre 2018 - Aggiornato alle 20:04
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Juve Stabia

Verso Juve Stabia-Catania. Caserta: «Uno stadio pieno, al di là del risultato»


Il tecnico gialloblù alla vigilia del match: «Grandi sacrifici del presidente per la squadra. La partita? E' lo specchio dell'allenamento. Bisogna dare continuità a quanto di buono fatto finora.»

pavidas

Cresce l’attesa per il big match del Menti. Si prevede il pienone in vista dell’impegno di domani contro il Catania. Lo stadio sarà aperto al pubblico in ogni settore. Inoltre, stamattina si è svolta la conferenza stampa presso l’Hotel dei Congressi, durante la quale sono state rese note le nuove iniziative della società. Oltre al giornalino dedicato esclusivamente alle vespe, a breve entrerà in funzione la nuova app gialloblù: Stabia 3.0. Alla conferenza ha preso parte il presidente Franco Manniello e sono intervenuti per rispondere alle domande dei media Mario Gallo, Massimo Porrone e Dario Suatto, il vicepresidente Giovanni Palma , il club manager Gianni Improta e Nicola Carchia. Presente alla conferenza anche il tecnico gialloblù:

«Bisogna far sì che i tifosi si avvicinino alla società e ai ragazzi, poiché c’è bisogno dell’aiuto di tutti –ha affermato mister Fabio Caserta ai nostri microfoni-. Siamo contenti di questa bellissima iniziativa che raramente si vede in queste categorie ed orgogliosi dell’impegno di tutti. Sono convinto che questo sia solo l’inizio per portare in alto i colori di Castellammare. Sappiamo le difficoltà che ci sono  state all’inizio dell’anno:  portare avanti una società di calcio da solo non è facile. Manniello è arrivato al punto in cui ha detto basta, ma con l’aiuto di nuovi soci e del vicepresidente ora vogliamo il calcio a Castellammare continui. Un gesto che li fa onore. Da calciatore ho avuto la fortuna di giocare in categorie in portanti. Ma la cosa che ho sempre visto in Castellammare è che qui c’è tanta umanità e tanti sacrifici nelle persone. C’è solo la voglia di fare calcio ed essere tifosi di una squadra. Questo è ciò che mi ha legato a Castellammare, perché anche io la vivo da tifoso, dato che ci sto male nei momenti negativi per la squadra. È una piazza che merita di tornare nel calcio che conta, ma per farlo bisogna lavorare sodo e non bisogna farlo solo dentro al campo. C’è bisogno l’impegno giusto partendo dalle basi.


Quello che vedete sul campo è la parte finale del lavoro. L’insieme di ciò che c’è dietro le quinte è il punto di partenza per quello che vedrete in campo. Non credo ci sia bisogno di fare appello ai tifosi. È evidente che domani sfideremo una squadra importante. Abbiamo bisogno di uno stadio pieno. Vedere 5000 persone a Castellammare è diverso che vedere 5000 persone a Catania. Ricordo il primo giorno in cui ho messo piede in campo al Menti, ossia in occasione del derby di serie B contro la Nocerina. Arrivavo dall’Atalanta e mi è sembrato di stare in una piazza molto più importante che di Serie B . Al di là del momento positivo o negativo in cui ci troviamo, dobbiamo continuare  a fare quello che stiamo facendo. Noi ce la metteremo tutta, ma i tifosi veri devono venire a prescindere dal risultato e perché si stanno facendo sacrifici importanti per risultati importanti. Dall’inizio i ragazzi hanno mostrato quello che vogliono ottenere. Domani sfideremo una corazzata e dovremo dimostrare che per vincere devono sudare tanto. In base a quello che ho visto in allenamento è difficile trovare un gruppo come questo in altre squadre. Parto del presupposto che siamo a prescindere una squadra importante e non sarà il risultato di domani a dirmi che la Juve Stabia sia forte oppure no. I risultati si vedono alla fine. Non si possono vincere tutte le partite. Una eventuale battuta d’arresto può capitare a chiunque. Facendo il paragone con la Juventus, i bianconeri hanno anche loro avuto i momenti negativi. Ma loro sudano fino alla fine e noi dobbiamo avere la loro stessa mentalità. L’allenamento per me è fondamentale. La partita è lo specchio dell’allenamento. Non possiamo pensare che la squadra non è più forte se perde. Non è un risultato negativo che mi farà cambiare idea sulla mia compagine. I ragazzi sanno come ragiono e sanno che nei momenti difficili non mi abbatto. Ora pensiamo al Catania e poi penseremo alla Viterbese.»


video Verso Juve Stabia-Catania. Caserta: «Uno stadio pieno, al di là del risultato»

video Juve Stabia - Presentazione della piattaforma Stabia 3.0

venerdì 16 novembre 2018 - 16:33 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Juve Stabia


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese