sabato 18 novembre 2017 - Aggiornato alle 22:56
adraporte
StabiaChannel.it
adra
Juve Stabia

Juve Stabia - Le vespe affrontano il Trapani nel nido dei falchetti

Sabato pomeriggio si giocherà al Pinto di Caserta, la casa dei rivali rossoblù. Il Trapani ha terminato lo scorso campionato di serie B al 19esimo posto retrocedendo direttamente in C e quest’anno proverà in tutti i modi a tornare nel calcio che conta.

pavidas

La Juve Stabia porta a casa il suo secondo punto stagionale in due partite disputate in trasferta. Termina a reti inviolate il match del Ceravolo, nonostante le maggiori occasioni a favore delle vespe. Nel primo tempo i ragazzi del duo Ferrara-Caserta si sono dimostrati compatti, aggressivi e tesi a cogliere gli avversari in contropiede, ma senza mai concludere in porta. Solo nei minuti iniziali Letizia e Puntoriere sono state delle spine nel fianco per la difesa gialloblù. Nel secondo tempo sono calati un po' i ritmi: i padroni di casa sono andati due volte vicini alla rete del vantaggio con Anastasi e Branduani ci ha messo del suo per salvare il risultato. Pari privo di emozioni: i campani avrebbero meritato il gol con Simeri, il quale nella ripresa ha sfiorato varie volte la traversa. È mancata la cattiveria giusta, ma questa dovrà essere recuperata per la sfida contro il retrocesso Trapani.

La quarta giornata di campionato si disputerà al Pinto di Caserta, la casa dei falchetti divenuti la stagione scorsa rivali delle vespe. Dall’amicizia allo scontro, le vespe giocheranno della tana del lupo, o meglio nel nido dei falchi, in attesa della disponibilità del Romeo Menti. Tuttavia, a seguito del maltempo, le condizioni del terreno di gioco potrebbero causare dei rallentamenti ai lavori e posticipare ancora una volta l’appuntamento con l’esordio stagionale alle falde del Faito. L’anno scorso, infatti, con la Casertana fu una partita piena di polemiche e di fischi, non solo sul campo, ma anche tra gli spalti, in quella che, fino a pochi giorni prima, ci si aspettava essere un match pacifico tra tifoserie amiche.




Ormai non ha più importanza, chi ci vuole ci segua. Sta di fatto che sabato pomeriggio gli ultras gialloblù potrebbero non ricevere un caldo benvenuto.

Il Trapani ha terminato lo scorso campionato al 19esimo posto retrocedendo direttamente in C senza disputare i play-out a causa del distacco dalla diciottesima squadra di 5 punti. Sarebbe assurdo pensare che la formazione guidata da Calori non voglia tornare a far parte del calcio che conta. Dunque, sarà un’altra “trasferta” per i gialloblù, che rischiano persino di giocare lontano da casa un bel po’ di gare, oltre alla prossima: dopo il derby al Marcello Torre di Pagani la Juve Stabia affronterà nella sfida interna il Fondi e non si esclude l’ennesimo trasferimento di impianto sportivo. Stando ad alcune fonti, si starebbe facendo il possibile per poter tornare a giocare nella città delle acque in occasione della partita contro il Lecce dell’8 ottobre. In caso di ulteriori tempi lunghi l’esilio della Juve Stabia potrebbe prolungarsi fino alla partita col Rende del 29 ottobre, dato che dopo il Lecce la squadra stabiese ha la doppietta in Sicilia contro Sicula Leonzio e Akragas. In ogni caso, ovunque le vespe andranno, i tifosi stabiesi, come incitano spesso nei loro cori, le seguiranno.


martedì 12 settembre 2017 - 07:01 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO