lunedì 20 novembre 2017 - Aggiornato alle 11:59
dginformatica
StabiaChannel.it
dg informatica
Juve Stabia

Juve Stabia - Attesa per un ex di lusso al Menti. Sarà lui l'uomo da fermare?

Il giocatore classe ’85 è stato da molti definito il miglior attaccante delle Vespe, viste le 26 reti in totale messe a segno. Sabato ci saranno fischi o applausi ad attenderlo nel fortino dei gialloblù?

pavidas

La Juve Stabia ha subito la quarta sconfitta stagionale con il Cosenza di Piero Braglia. Al San Vito le Vespe sono apparse prive di idee e non sono mai riuscite a scalfire il muro difensivo dei calabresi. Non sono ugualmente mancati gli elogi dell’ex condottiero dei gialloblù, che ha trascinato la squadra stabiese fino alla gloriosa promozione in serie B nel 2011. Sabato alle 14:30 al Romeo Menti andrà in scena un altro incontro difficile e potrebbe essere caratterizzato dalla presenza di un altro importante ex. Francesco Ripa ha firmato un biennale con il Catania a partire dalla scorsa estate. Essendo stato a Castellammare dal 2014 fino ad allora, Ripa è stato da molti definito il miglior attaccante in tre anni della Juve Stabia, viste le 26 reti in totale messe a segno in maglia gialloblù. I tifosi si sarebbero senza dubbio aspettati qualcosa in più, se non fosse stato per il periodo di infortunio che ha penalizzato il giocatore originario di Battipaglia, e avrebbe di sicuro dato una grossa mano ai propri compagni. Cresciuto nella squadra della sua città natale, Ripa con le sue 50 reti è stato protagonista della cavalcata del Sorrento, al quale è rimasto legato per quattro stagioni, dalla serie D alla C1. Francesco, dopo la passata esperienza con i rossoneri, è stato rilevato dalla Pro Patria. L’attaccante classe ’85 ha successivamente militato nel Como, nella Nocerina, nell’Aquila e nell’Arzanese. Con quest’ultima ha segnato 18 reti nella stagione 2013/14 in Seconda Divisione. Ancora oggi è soprannominato “Spider” Ripa, chiaro riferimento all’inimitabile eroe Marvel. L’anno scorso è stato il protagonista assoluto della Juve Stabia: sua è stata l’ultima rete segnata del campionato, nonostante sia stata anche la più brutta, clamorosamente annullata in occasione della sfida valevole per i play-off contro la Reggiana.


«Il terzo anno è stato l'anno del riscatto, ricordo ancora la prima partita da titolare dopo essere stato fermo per un'intera stagione , non riuscirò mai a descrivere l'emozione che ho provato nell'esordire con una tripletta e tornare a segnare ripagando tutta la fiducia che mi era stata data!». Queste sono state alcune delle sue ultime parole da calciatore delle vespe rilasciate ad agosto sui social prima dei saluti. Il suo trasferimento, tuttavia, non è stato apprezzato dalla maggior parte dei tifosi stabiesi, soprattutto vista la decisione di militare in una squadra rivale, che tanto aveva pressato nel mercato estivo per portarlo alle falde dell’Etna. Quest’anno il giocatore non ha ancora brillato come in passato: 10 presenze in maglia rossazzurra, 1 gol in campionato, in occasione della sfida vinta per 5 a 2 contro la Paganese, e una doppietta in Coppa Italia di C. La compagine di Lucarelli occupa attualmente la terza posizione in classifica a pari merito con il Trapani, ha ottenuto 12 punti in trasferta ed è reduce proprio dalla vittoria con goleada contro gli azzurrostellati. Curiale e Lodi, coloro che hanno maggior peso in attacco, sono al momento gli uomini da fermare. I ragazzi di mister Caserta non dovranno stare attenti solo ad un singolo, bensì ad un’intera formazione e faranno affidamento, oltre che alle proprie forze, al sostegno del pubblico di casa, che, si spera, questa volta sarà di un numero maggiore rispetto a prima.


martedì 14 novembre 2017 - 08:29 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO