Cronaca
shareCONDIVIDI

Torre Annunziata - Disseppellisce la salma della madre e la sistema in una teca nella chiesa: indagato prete oplontino

Il protagonista di questa storia inquietante è il parroco della chiesa di Sant'Alfonso de' Liguori, don Franco Gallo

tempo di lettura: 1 min
di Francesco De Sio
06/01/2019 17:24:12

Immagine dal web non associata alla notizia

Prete disseppellisce la salma della madre e la pone in una teca all'interno della chiesa. Potrebbe essere una tema degna di horror psicologico, è invece quello che i poliziotti del commissariato di Torre Annunziata hanno scoperto essere andato in scena in una parrocchia oplontina.

Il protagonista di questa storia inquietante è il parroco della chiesa di Sant'Alfonso de' Liguori, don Franco Gallo, che avrebbe agito anni fa per motivi ancora da accertare.
L'ecclesiasta è al momento indagato dalla Procura oplontina per vilipendio di cadavere e altri reati di carattere amministrativo. Stando a quanto ricostruito dagli agenti, infatti, avrebbe riesumato riesumato senza alcuna autorizzazione il cadavere della madre.

Non solo, i resti della donna sarebbero stati sistemati una teca tra la chiesa e la canonica, come per una santa o una beata. Il corpo della defunta, come se non bastasse, non era assolutamente idoneo alla dissepoltura, essendo ancora in stato cadaverico definito di mummificazione, fenomeno comune per le salme interrate in luoghi freddi e secchi.

Sull'intera vicenda sta indagando in queste ore la Prima di Torre Annunziata, dal momento che al sacerdote non sarebbero stati chiesti gli incartamenti necessari alla procedura.
È stato comunque lo stesso prete, per nulla preoccupato da come la storia potesse sembrare strana, a raccontare per caso i dettagli della vicenda ai poliziotti di Torre che si erano rivolti a lui per la sistemazione di un detenuto. In quella occasione il prete ha fatto vedere come aveva sistemato la madre nella teca, suscitando lo scalpore degli agenti.

I resti della donna, in attesa del prosieguo delle indagini, sono stati di nuovo tumulati nel cimitero oplontino. Don Franco rischia invece di essere sospeso dal sacerdozio.

Video
play button

Castellammare - Gli studenti ricordano le vittime innocenti di mafia e terrorismo

A trattare il delicato quanto importante argomento c’erano Federico Cafiero De Raho, ex procuratore nazionale antimafia, ed il presidente della fondazione Polis Don Tonino Palmese.

09/05/2022
share
play button

Castellammare - Cupptie inaugura i nuovi locali ed amplia l'offerta culinaria

24/05/2022
share
play button

Castellammare - San Catello, torna la processione del santo patrono di Stabia

09/05/2022
share
play button

Castellammare - Lo storico organo della Cattedrale tornerà a suonare

09/05/2022
share
Tutti i video >
Cronaca







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici