Cronaca
shareCONDIVIDI

Castellammare - Stabia perde una delle sue eccellenze, si è spento il Cavaliere Luigi Ussorio

Assessore allo sport, Presidente dell'acquedotto e storico dirigente della Libertas Stabia, Ussorio ha scritto alcune pagine indelebili della storia stabiese. Alla famiglia le più sentite condoglianze da parte della redazione di Stabiachannel.it

tempo di lettura: 4 min
di Gioacchino Roberto Di Maio
26/05/2022 15:51:17

Il Cavaliere Luigi Ussorio (Foto Nino Lucarelli)

La città di Castellammare di Stabia perde una delle sue eccellenze. Giornata triste per il popolo stabiese, si è spento stamane, all’età di 92 anni presso l’Ospedale San Leonardo, il Cavaliere del lavoro Luigi Ussorio. Assessore allo sport durante gli anni ’80, riuscì ad ottenere il finanziamento del Credito Sportivo così da progettare e realizzare l’attuale stadio Romeo Menti. Nell’ambito dello stesso progetto, gettò le basi per la realizzazione di un centro sportivo, nell’area geografica in prossimità dell’attuale Rione Moscarella, che non vide mai la luce per volontà di chi fu chiamato a sostituirlo dalla politica locale. Nel 1982, nello specifico il 19 maggio, riuscì a portare una tappa del Giro d’Italia a Castellammare. Il calendario previde l’arrivo alle Terme Nuove, meta scelta anche per il quartier generale della corsa rosa, e la partenza della tappa successiva da Piazza Monumento per poi passare per il Corso Vittorio Emanuele, per via Nocera e via Cosenza prima di partire in direzione Diamante. Al Cavalier Ussorio si deve anche l’installazione del Pallone Geodetico di viale delle Puglie durante gli anni del terremoto. Democristiano, ha sempre vissuto la politica con la passione di chi ha cercato con determinazione di portare in alto il nome di Castellammare. Da Presidente dell’acquedotto, infatti, fece installare anche delle vasche per la raccolta dell’acqua sui Boschi di Quisisana e nella zona della Madonna della Libera per risolvere l’annoso problema che affliggeva quelle aree del territorio. Simbolo di onestà intellettuale, cultura e cortesia, Ussorio ha ricoperto un ruolo di spessore anche per lo sport praticato, essendo stato prima calciatore, indossando anche la maglia del Napoli, e poi dirigente, sin dalla fondazione, della Polisportiva Libertas Stabia. Correva infatti l’anno 1947 quando Benito Cascone, rispondendo alla richiesta degli enti locali impegnati nella promozione sportiva locale, fondò la società gialloblù chiedendo la collaborazione dell’allora giovane difensore dello Stabia. Da quegli anni del secondo dopoguerra che videro anche l’affiliazione alla Figc a partire dalla stagione 1949/50, le due strade non si sono mai divise sino a quando il club, fusosi nel 2014 con il Gragnano, ha portato avanti la propria attività sportiva. Tante le soddisfazioni collezionate dalla seconda squadra cittadina, su tutte la vittoria del campionato di Promozione ottenuta, sul neutro del Partenio di Avellino, contro l’Atletico Nocera il 10 maggio 2009 grazie ad un gol di Vincenzo Di Ruocco e ad una doppietta del bomber Lauro. In Eccellenza, la Libertas Stabia si è più volte qualificata ai play off e si è tolta la soddisfazione di superare 3-0 il Savoia al Romeo Menti. Durante la sua attività sportiva, Ussorio è stato anche Delegato Regionale Campano con diritto di voto del Presidente della Figc. I funerali si terranno domani, venerdì 27 maggio, alle ore 11 presso la chiesa di Sant’Antonio di Padova, sita in via Salvador Allende. "In questo drammatico periodo socio-politico che vive la nostra città - scrive il giornalista ed ex consigliere comunale Giuseppe Mercatelli -, da tempo umiliata e confusionaria, giunge anche la triste notizia della scomparsa del Cavaliere, presidente, assessore, ma essenzialmente un grande uomo Luigi Ussorio. Un ultimo dei grandi che ci lascia, che lascia la sua amata città, che lascia a noi, generazione di mezzo secolo, una preziosa eredità. Un abbraccio presidente, da un tuo allievo che ha avuto l'onore di esserti al fianco nei miei primi passi politici e sportivi e di aver compreso che oggi, senza di te, perdiamo: serietà, impegno, competenza, amore per lo sport....e soprattutto l'esempio tangibile di un vero politico innamorato follemente della sua, nostra, meravigliosa città. Forza Libertas Stabia…". "Le cattive notizie non arrivano mai da sole e così apprendo della scomparsa del cavaliere Luigi Ussorio - scrive Gianfranco Piccirillo, Presidente dell'Associazione StabiAmore ed ex consigliere comunale -, storica figura del calcio stabiese, presidente della gloriosa Libertas Stabia e politico democristiano di grande passione e importanza per la nostra Castellammare. Voglio esprimere a nome mio personale e delle associazioni Stabia in progress e StabiAmore profondo cordoglio e sentimenti di vicinanza a tutta la sua famiglia. Castellammare perde una persona splendida che ha saputo interpretare in modo encomiabile i ruoli che ha ricoperto nello sport e nella politica". Alla famiglia Ussorio, le più sentite condoglianze da parte del direttore responsabile Gioacchino Roberto Di Maio e di tutta la redazione di Stabiachannel.it.

Video
play button

Castellammare - Gli studenti ricordano le vittime innocenti di mafia e terrorismo

A trattare il delicato quanto importante argomento c’erano Federico Cafiero De Raho, ex procuratore nazionale antimafia, ed il presidente della fondazione Polis Don Tonino Palmese.

09/05/2022
share
play button

Castellammare - Cupptie inaugura i nuovi locali ed amplia l'offerta culinaria

24/05/2022
share
play button

Castellammare - San Catello, torna la processione del santo patrono di Stabia

09/05/2022
share
play button

Castellammare - Lo storico organo della Cattedrale tornerà a suonare

09/05/2022
share
Tutti i video >
Cronaca







Mostra altre


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici