mercoledì 12 agosto 2020 - Aggiornato alle 15:11
dginformatica
StabiaChannel.it
dginformatica
Cronaca

Castellammare - No alcol e botti, al via la campagna di sensibilizzazione in vista del capodanno


Dopo il disastro del 24 dicembre si corre ai ripari. Commercianti, Comune e genitori uniti per evitare altri guai.

pavidas
   Le strade del centro dopo il brindisi del 31 dicembre 2018

Alcol venduto ai minorenni, la scuola e l’Ascom mettono una pezza alla falla del 24 dicembre. La scuola media Stabiae e l’associazione dei commercianti hanno lanciato un’iniziativa per evitare che quanto accaduto alla vigilia di Natale si ripeta anche a Capodanno. «Se hai meno di 18 anni non chiedere bevande alcoliche». E’ questa la scritta impressa su molte locandine che da oggi saranno distribuite ai  bar e altri locali di Castellammare di Stabia.

Come abbiamo riportato nei giorni scorsi, 3 minorenni sono finiti in ospedale per come etilico dopo che, il 24 dicembre, avevano bevuto alcol con amici. Un rituale che va avanti da anni: centinaia di giovani, alle vigilie, si riuniscono in strada per festeggiare a ritmo di musica e brindisi. Spesso minorenni comprano bottiglie di spumante per divertirsi ed imitare gli adulti. Ma qualche volta, come accaduto alla vigilia di Natale, non tutto fila liscio.

Ecco quindi l’idea di sensibilizzare giovani e commercianti a fare attenzione alla somministrazione di alcolici a minorenni. Certo non basterà la locandina a fermare la vendita di alcol ai minori, ma è un primo passo per cercare di evitare ulteriori disastri.

Un’iniziativa alla quale, secondo molti commercianti e genitori, andrebbe affiancata anche un’azione incisiva di controlli da parte delle autorità competenti.


«Il 24 dicembre non c’è stato alcun controllo sulla vendita di alcolici ai minori – tuona un uomo – Del resto, si tratta di controlli che non vengono mai fatti, ma almeno in queste occasioni andrebbero previsti. Ed è proprio la mancanza di controlli che quasi autorizza i ragazzi ad ubriacarsi in strada ed a gettare bicchieri e bottiglie in strada. I commercianti anche devono fare la loro parte, non vendendo alcolici ai minori. Deve esserci un’azione congiunta, altrimenti è inutile che poi ci si lamenti di strade sporche e giovani ubriachi che finiscono in ospedale».

In concomitanza con il divieto di vendita di alcolici partirà nelle prossime ore anche una campagna promossa da Palazzo Farnese contro i botti illegali. Una pratica questa che provoca molti feriti ogni anno. Ma su questo fronte negli ultimi anni sono stati fatti passi da gigante e sono sempre meno le persone che si dedicano a questa pericolosa pratica. Certo c’è ancora molto da fare. Ecco perché iniziano gli appelli a non accendere petardi ma a festeggiare in sicurezza l’arrivo del nuovo anno.



Castellammare - No alcol e botti, al via la campagna di sensibilizzazione in vista del capodanno

domenica 29 dicembre 2019 - 09:49 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point Rionero Caffè Futura Costruzioni srl ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO