sabato 15 giugno 2019 - Aggiornato alle 19:17
farmacia san carlo
StabiaChannel.it
farmacia san carlo
Cronaca

Boscoreale - Bambino mutilato dal petardo, il racconto dei genitori non convince gli investigatori


Il piccolo di 3 anni perderà la mano a seguito dell'esplosione, la madre non si sarebbe accorta subito delle gravi ferite: è giallo sulla sua versione.

pavidas

Il giallo oltre la tragedia. L'esplosione del petardo che lunedì pomeriggio ha mutilato un bambino di appena 3 anni di tre dita di una mano ha sconvolto il quartiere del Piano Napoli e tutta la comunità di Boscoreale. Un incidente occorso in strada, secondo la madre del piccolo, messa alle strette da ieri dai carabinieri della stazione locale. Eppure, le indagini condotte dal maresciallo Massimo Serra e coordinate dalla compagnia di Torre Annunziata avrebbero evidenziato palesi falle nella versione fornita proprio dalla genitrice. Da decifrare, in primis, il luogo dove si è effettivamente verificato l'episodio.

In via Settetermini, nei pressi dell'isolato 11, non sarebbero infatti state riscontrate dagli investigatori tracce di sangue. Elementi organici invece rilevati - pare - nell'abitazione della famiglia. Stando a quanto raccontato dalla mamma, invece, il piccolo stava giocando nel tardo pomeriggio in strada con un palla, a pochi metri di distanza dal fratellino minore.


D'improvviso il pianto disperato, poco dopo aver raccolto un oggetto da terra. A far storcere il naso ai carabinieri, il dettaglio secondo cui la donna si sarebbe accorta solo in un secondo momento, vale a dire dopo l'ingresso in casa, della mutilazione del figlioletto. Solo allora sarebbe stato allertato il padre.

Decisamente troppo inverosimile vista la perdita delle tre dita, anche per la madre più distratta. Ecco perché anche in queste ore le forze dell'ordine starebbero intensificando le indagini per scoprire la reale dinamica dell'accaduto e individuare le eventuali responsabilità del caso. La triste realtà parla della successiva corsa disperata all'ospedale di Boscotrecase, prima del trasferimento al Santobono di Napoli, dove i camici bianchi partenopei lo hanno operato d'urgenza per le gravi ferite riportate. Attualmente il piccolo si trova in prognosi riservata, nelle prossime 24 ore i medici provvederanno ad amputare l'arto.


mercoledì 12 giugno 2019 - 15:45 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO


Archivio Notizie

Seleziona il mese