lunedì 18 gennaio 2021 - Aggiornato alle 08:21
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Brevi

Coronavirus e sicurezza sul lavoro: che cosa è cambiato?


pavidas

Nel corso degli ultimi mesi la nostra vita quotidiana è stata rivoluzionata e ha subìto più di uno stravolgimento per colpa del coronavirus. Anche il settore professionale ne ha risentito: ma che cosa è cambiato dal punto di vista della sicurezza sul lavoro? Per scoprirlo ci siamo rivolti a dei veri esperti del settore: il team di sicurya.net.

Che cosa è successo da marzo in poi?

Per effetto della diffusione del coronavirus c’è stato un punto di rottura con le abitudini del passato, non solo in Italia ma anche nel resto del mondo. Ci sono state ripercussioni anche tra i lavoratori: come è ormai noto, le distanze sociali devono essere rispettate anche sul posto di lavoro, e lo stesso dicasi per l’obbligo di indossare la mascherina e per quello di igienizzare gli ambienti. Gli stessi lavoratori dovrebbero provvedere a igienizzarsi le mani il più spesso possibile. Insomma, se già fino all’inizio di quest’anno all’interno di un’azienda era indispensabile prestare la massima attenzione alla sicurezza sul lavoro, con la pandemia da Covid-19 questo aspetto non può che costituire la sola priorità.

Questo vale per tutti i luoghi di lavoro?

Certo che sì: in qualunque ambiente siano presenti delle persone, il virus ha modo di diffondersi e di propagarsi. Che si tratti di uno studio televisivo, del magazzino di un supermarket, delle corsie di un centro commerciale, di un ufficio o di un negozio di abbigliamento, non esiste contesto di lavoro che si possa ritenere al riparo da rischi. Diventa ancora più importante, pertanto, il ruolo svolto dal rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, a cui spetta il compito di proteggere la salute dei lavoratori in qualsiasi contesto aziendale.

Che cosa fa il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza?

L’istituzione di questa figura deve essere ricondotta al decreto 626 del 1994: oggi, a distanza di più di un quarto di secolo, essa risulta indispensabile per fare in modo che la sicurezza dei lavoratori possa essere garantita e, al tempo stesso, che le norme di sicurezza finalizzate al contrasto dei contagi possano essere rispettate. Il decreto del 1994 identifica il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza come il soggetto che viene designato o eletto per rappresentare i lavoratori in relazione a tutto quello che riguarda la sicurezza e la salute sul lavoro.

Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza deve essere presente in ogni azienda?

Sì, per tutte le aziende è in vigore l’obbligo di eleggere un rappresentante.


In un’impresa di piccole dimensioni lo si può scegliere direttamente tra i lavoratori, mentre quando si ha a che fare con un numero di dipendenti molto più alto la designazione avviene tra le file delle rappresentanze sindacali aziendali. Le mansioni di questa figura sono diverse: per esempio suggerire iniziative e proposte da mettere in pratica per l’attività di prevenzione; ma anche aiutare a porre in atto tutte le misure di prevenzione che sono necessarie per tutelare l’integrità e la salute fisica dei lavoratori; senza dimenticare la verifica delle condizioni di rischio nel contesto aziendale.

Qual è il ruolo del datore di lavoro?

Il datore di lavoro è tenuto a interfacciarsi con il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza al fine non solo di valutare i rischi potenziali, ma anche di indicare possibili soluzioni orientate alla tutela della salute. A partire dallo scorso mese di marzo è in vigore un protocollo di regolamentazione che è stato sottoscritto dalla presidenza del Consiglio con la Cgil, la Cisl e la Uil: esso contiene le misure che devono essere conosciute e rispettate per fare in modo che negli ambienti di lavoro non si possa diffondere il coronavirus.

Quali sono queste norme di sicurezza?

Si fa riferimento alle misure che ormai nel corso di questi mesi abbiamo imparato a conoscere, come per esempio l’impiego dei dispositivi di protezione e la misurazione della temperatura. Inoltre, si prevede la designazione di rappresentanti a livello territoriale o aziendale a cui spetta il compito di garantire una tutela ottimale della salute dei lavoratori. Infine, nel protocollo vengono chiamati in causa gli ammortizzatori sociali e si parla di riduzione e sospensione delle ore di lavoro, sempre con l’obiettivo di tenere i contatti sotto controllo. L’accesso al posto di lavoro è precluso a chi è entrato in contatto con persone positive al coronavirus nel corso degli ultimi 14 giorni.

Ora parliamo di Sicurya: qual è la vostra mansione?

Ci occupiamo di soluzioni per la sicurezza sul lavoro, con attività di formazione, consulenze e un vasto assortimento di servizi. I riconoscimenti e le certificazioni che possiamo vantare sono sintomo della professionalità che ci caratterizza, ma soprattutto della correttezza delle procedure di lavoro che adottiamo. Merito del nostro team di professionisti qualificati, risorse che forniscono competenze preziose e che sanno andare incontro alle esigenze di chi si rivolge a noi ormai da più di 10 anni.



Coronavirus e sicurezza sul lavoro: che cosa è cambiato?

mercoledì 23 dicembre 2020 - 18:28 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Brevi

Il campionato entra nel vivo, la favorita Juventus affronta l'Inter in una giornata ricca di derby

Napoli: il mese di gennaio deciderà la stagione

Perfezionata la cartolarizzazione multi-originator di POP NPLs 2020. BCP cede NPL per 72 mln di Euro

Carlo Alvino spiega i numeri della Smorfia Napoletana

L’impatto dello smart working sui mercati azionari

I giochi online stanno letteralmente spopolando

Che cosa regalare a un appassionato di moto per Natale

10 fatti che devi sapere su Bitcoin

In Campania la consegna dei documenti è online



Sponsor
CIL
dg informatica adra bcp auto somma somma point Rionero Caffè Futura Costruzioni srl ScuolaLex
dg informatica adra bcp Berna auto somma somma point Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO

StabiaChannel.it
StabiaChannel TV

I PIÚ VISTI DELLA SETTIMANA