Brevi
shareCONDIVIDI

Come Funziona l'Autoesclusione di AAMS in Italia?

tempo di lettura: 5 min
08/12/2020 12:17:54

Attraverso questo approfondimento vogliamo fare un quadro più chiaro rispetto al settore del gioco d'azzardo, partendo da un tema che ha catturato l’attenzione dei gamer negli ultimi mesi. Parleremo di Autoesclusione! Non tutti sanno che sul territorio italiano è limitata l’entrata ai luoghi dedicati al gioco dal vivo, ma vi è grande apertura per le piattaforme online. Il sempre maggior numero di possibilità, di giochi a distanza, di scommesse sportive ha portato l’AAMS a correre ai ripari per frenare il numero di giocatori soggetti a ludopatia.

Va detto che dal 2006 è stato registrato un aumento dei clienti dipendenti, per un numero stimato di circa un milione e mezzo di persone. Ecco allora che di recente l'agenzia italiana di gioco d'azzardo, ha presentato la cosiddetta Autoesclusione, utile per evitare che i player possano indebitarsi e vivere esperienze negative per colpa della cattiva gestione e controllo del proprio operato rispetto al mercato più redditizio d'Europa. Di seguito scopriremo tutte le curiosità legate a questo tema per capire il suo funzionamento e i suoi benefici. Se sei un giocatore che si è già autoescluso, leggi come togliere l'autoesclusione e continua la tua esperienza di gioco!

Come si è Arrivati al Sistema di Autoesclusione

Casinò, scommesse sportive, slot, lotterie e molte altre soluzioni di gioco hanno esposto negli anni il settore di gioco. Era doveroso intensificare i controlli e applicare soluzioni che potessero rendere meno pericoloso il gioco d’azzardo a distanza. E la soluzione non è certo migliorata con il gioco d'azzardo online a partire dal 2006. I dati parlano chiaro: nel 2018 più del 36% della popolazione adulta ha provato almeno una volta a giocare. Tra loro circa l’8% è diventato un giocatore accanito e ha sviluppato problematiche tipiche della dipendenza da gaming. Senza contare che almeno 1,4 milioni di giocatori, nello stesso anno, sono stati considerati "potenzialmente a rischio". Era quindi importante correre ai ripari!

A quel punto, per limitare il problema, l'Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato ha deciso di implementare le normative rendendo disponibile questa nuova soluzione per tutti gli operatori online. Il giocatore in difficoltà può fermarsi e bloccare le sue abitudini e la compulsività di gioco. In un primo momento il gamer doveva compilare una richiesta per tutti gli account registrati sui diversi operatori e richiedere di essere sospeso per un periodo di tempo da lui scelto, seguendo mensilità predefinite. Una soluzione che, in realtà, faceva acqua da tutte le parti!

Il motivo? Prima di tutto perché esistono alcuni metodi per rimuovere l'autoesclusione e soprattutto perché nessuno gli impediva di creare un nuovo account su altre piattaforme. Dopo aver riconosciuto tali lacune l’ADM ha alzato al massimo la protezione e limitato la vulnerabilità dei giocatori. Con l’Autoesclusione Trasversale non solo si blocca il profilo presso un operatore, ma il nome dell’interessato è inserito all'interno dei server AAMS. Segue poi l’invio di una notifica che informa gli operatori e funge da massima tutela sul soggetto. Non solo non potrà giocare, ma sarà protetto da eventuali annunci o messaggi promozionali periodici.

I tempi dell’autoesclusione

Il periodo di sospensione varia da 30, 60 o 90 giorni e l’operatore avrà la possibilità di prolungare questo periodo in base alle richieste del cliente. Terminato il periodo sarà il giocatore a decidere che cosa fare, a meno che non valuti da subito la possibilità di una sospensione a tempo indeterminato. Durante questi giorni il gamer:

- Non potrà aprire nuovi account e conti di gioco a distanza;
- Potrà prelevare le sue vincite dai conti aperti;
- Non avrà modo di fare scommesse attraverso qualunque concessionario.

Si può chiedere una revoca?

Per attivare o revocare l’autoesclusione bisogna disporre dello SPID che si usa per accedere al portale ADM e richiedere così che venga attivata o revocata la richiesta. Qualora tu non disponga dello SPID, potrai richiedere la revoca al concessionario presentando tutti i dati identificativi: ciò prevede quindi il tuo nome e cognome, un documento di identità e il codice fiscale.

Ricordiamo che il servizio è gratuito per tutti i residenti e gli operatori hanno il dovere di rispettare la richiesta al fine di tutelare i clienti e ogni forma di impulso verso il settore gioco d'azzardo.

Del resto parliamo di un progetto che vuole mantenere pulita e sicura l’intera industria, evitando che l’eccesso possa causare conflitti in famiglia o problematiche personali a ogni player.

Video
play button

Castellammare - Fan in delirio per l'attore turco Can Yaman

In centinaia sotto l'albergo in cui alloggia.

27/07/2021
share
play button

Campania - Green pass e altri provvedimenti, la diretta di De Luca

23/07/2021
share
play button

Juve Stabia - La presentazione della stagione 2021/22

23/07/2021
share
play button

Juve Stabia - La presentazione di mister Walter Novellino

23/07/2021
share
Tutti i video >


keyboard_arrow_upTORNA SU
Seguici