Dopo il via vai, gli stop, le proteste e le polemiche, si dovrebbe quindi finalmente procedere alla definitiva rimozione di tutto il materiale pericoloso e cominciare a programmare, in via definitiva, l'abbattimento dell'antico palazzo che tanta ansia e preoccupazione provoca negli abitanti del quartiere.

" /> Dopo il via vai, gli stop, le proteste e le polemiche, si dovrebbe quindi finalmente procedere alla definitiva rimozione di tutto il materiale pericoloso e cominciare a programmare, in via definitiva, l'abbattimento dell'antico palazzo che tanta ansia e preoccupazione provoca negli abitanti del quartiere.

" />
mercoledì 21 agosto 2019 - Aggiornato alle 20:41
dginformatica
StabiaChannel.it
dginformatica
Cronaca

Castellammare - Calata Cognulo, questa mattina si rimuove l'amianto


Dopo il via vai, gli stop, le proteste e le polemiche, si dovrebbe quindi finalmente procedere alla definitiva rimozione di tutto il materiale pericoloso e cominciare a programmare, in via definitiva, l'abbattimento dell'antico palazzo che tanta ansia e preoccupazione provoca negli abitanti del quartiere.

pavidas

C'è grande attesa nel centro antico di Castellammare di Stabia dove questa mattina la ditta incaricata dovrebbe iniziare la bonifica dai cumuli di amianto che nei giorni scorsi sono venuti alla luce durante le operazioni di sbancamento dell'area antistante il rudere del Cognulo. Dopo il via vai, gli stop, le proteste e le polemiche, si dovrebbe quindi finalmente procedere alla definitiva rimozione di tutto il materiale pericoloso e cominciare a programmare, in via definitiva, l'abbattimento dell'antico palazzo che tanta ansia e preoccupazione provoca negli abitanti del quartiere. "Siamo fiduciosi ma restiamo vigili e comunque siamo perplessi - dichiarano alcuni - perché notiamo palesi discordanze tra il dire e il fare e non vorremmo che dopo il clamore mediatico tutto si risolvesse in una bolla di sapone. Questo - continuano i residenti indicando il muro di cinta crollato e poi ripristinato - ci hanno detto che si doveva rifare per rendere inaccessibile l'area ai curiosi e ai bambini, ma sono quattro giorni che hanno lasciato aperto un varco mentre transenne e reti metalliche sono abbandonate all'interno: se questo è "mettere in sicurezza" c'è davvero da ridere! Noi - continuano - speriamo davvero che alle parole seguano i fatti e che, dopo la bonifica dalla monnezza e dall'amianto, si proceda velocemente all'abbattimento del palazzo così come hanno precisato nei giorni scorsi alcuni tecnici incaricati perché - avvertono - ora è ancora più fragile di prima se consideriamo che quella grande massa di detriti alta circa quattro metri faceva da freno e dava in qualche maniera una maggiore stabilità.


Come è venuto giù il muro - dicono ancora - potrebbe venire giù il vecchio palazzo costruito con mattoni di tufo fragili e porosi che si stanno inesorabilmente disgregando col tempo".
 




lunedì 8 settembre 2014 - 09:05 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO