StabiaChannel.it

Juve Stabia

Juve Stabia-Bisceglie 0-2, Caserta mastica amaro:«Brutta partita. Sconfitta meritata»

Il mister gialloblu: «Canotto? Su certi atteggiamenti non transigo. Ne riparleremo in privato».

di Maria Felice Ferrara

«Male tutta la partita – ha esordito mister Fabio Caserta nella conferenza stampa del post Juve Stabia- Bisceglie, che ha visto le Vespe uscire a testa bassa dallo stadio di casa- Non abbiamo fatto la gara che mi aspettavo sotto tutti i punti di vista. Abbiamo sbagliato l'approccio e la mentalità: si arrivava in ritardo sulla seconda palla ed è mancata la cattiveria sotto porta. Loro hanno avuto più fame, sono stati più cattivi e hanno meritato la vittoria. Questo fa capire che non siamo una squadra matura e che non siamo poi così tanto pronti – ha continuato duramente - Ora bisogna lavorare in silenzio e pedalare, senza parlare tanto perchè se iniziamo a parlare diventa tutto un casino. Dobbiamo rimboccarci le maniche da martedi e ripartire da Lecce, che sarà una partita insidiosa. Bisogna rialzarsi il prima possibile perchè la squadra forte non è quella che non cade ma quella che quando cade si rialza nel modo giusto eliminando le cose negative. Oggi c'è la delusione da parte dei tifosi e da parte nostra perchè non volevamo fare una partita del genere. Purtroppo questi sono incidenti di percorso che vanno cancellati per dare una sterzata il prima possibile».
La Juve Stabia è scesa in cambio con un il modulo tattico del 4-4-2, per lasciare spazio ai nuovi arrivati tra cui Melara: «A Melara manca il ritmo partita ma finchè è stato in campo ha dato il suo contributo. È arrivato da poco e quindi non sa tutto quello che abbiamo fatto nei sette mesi passati.

Piano piano arriverà a fare i 90'».
E sul gesto di Canotto dopo la sostituzione:«Non pretendo che vengano a salutare me una volta usciti dal campo ma il rispetto nei confronti dei loro compagni di squadra che durante la settimana lavorano duramente e poi per scelte tecniche stanno fuori – ha commentato infastidito il trainer - C'è una società che ti paga e nessuno mai si è permesso di fare una cosa del genere. Ne riparleremo in privato. Forse ci sarà qualche problema verso il sottoscritto. È il primo anno che alleno e mi limito a trasmettere sul campo quello che ho acquisito durante la mia esperienza da calciatore ma non transigo sull'atteggiamento dei ragazzi. Vedremo il perchè Canotto ha compiuto questo gesto».
Umore diametralemnte opposto è stato quello di Alberga, da due settimane sulla panchina del Bisceglie dopo l'esonero di Zavettieri: «Voglio ringraziare i ragazzi perchè in questi dieci giorni hanno lavorato benissimo e sono stati fantastici sia contro il Lecce che oggi contro la Juve Stabia, mostrando tutte le loro qualità. Mi è piaciuta la spavalderia dei miei calciatori di affrontare e confrontarsi con ragazzi di esperienza che hanno giocato in serie maggiori. Questo è segno di personalità. Se nelle prossime partite riuscissimo a confermare tutto quello che stiamo facendo di buono possiamo toglierci grandi e belle soddisfazioni».


Juve Stabia 0 - Bisceglie 2 - Caserta:«Ora rimbocchiamoci le maniche.Canotto? Non ho visto»

domenica 18 febbraio 2018 - 20:05 | © RIPRODUZIONE RISERVATA | data stampa: 16/07/2018