StabiaChannel.it

Politica & Lavoro

Castellammare - In città arriva il 'Pannullo Circus'

Una locandina raffigurante il sindaco 'burattino' è stata affissa in molte zone della città.

di Simone Rocco

Pannullo Circus. E’ questo il titolo della locandina che questa mattina campeggia sui muri della città. Una locandina che ritrae il sindaco Antonio Pannullo come una marionetta le cui movenze sono gestite da fili manovrati dal duo Casillo-Iovino. Un modo ironico per riprodurre in vignetta quanto si vocifera in giro circa la poca o nulla discrezionalità del primo cittadino di Castellammare nelle scelte amministrative all’interno della macchina comunale.

Ma ad essere sbeffeggiati in questa locandina non è solo il sindaco Pannullo ma anche alcuni suoi assessori e consiglieri comunali.

Si parte proprio dal capogruppo del PD Francesco Iovino. Al suo volto è associata la classica nuvoletta con all’interno la scritta “Scuole contro la camorra”.

“Io gasso le periferia” è invece la frase associata al volto sfigurato del presidente del consiglio Eduardo Melisse, con una sua foto modificata per somigliare ad un clown. Il riferimento è all’impegno assunto da Melisse nell’opera di metanizzazione della periferia nord della città, in particolare nella zona del Ponte Persica.

Al consigliere Giovanni Nastelli, riprodotto con una maschera che gli copre gli occhi, è invece associata la frase “Fincantieri non si tocca”.

“Arenile pulito”. Questa, invece, la frase legata al volto dell’assessore all’ambiente Francesco Balestrieri. Un impegno assunto dal rappresentate della squadra di governo di Pannullo e che, a giudicare dai risultati, sembra essere stato parzialmente raggiunto.

Ed è per questo che la sua foto è stata “timbrata” con la scritta “failed”.

Gli ignoti autori della locandina, poi, non risparmiano nemmeno qualche consigliere di Area Civica, oggi in aperta opposizione al sindaco Pannullo, anche se sembra essersi aperto uno spiraglio di riconciliazione nelle ultime ore. In particolare, ad essere riprodotta con le sembianze di “Pinocchio” è la consigliera Eutalia Esposito. “Le periferie prime di tutto” recita la frase che gli viene attribuita dalla locandina, in riferimento ad un suo slogan politico utilizzato in occasione della campagna elettorale. Un impegno che, a parere degli autori della locandina, Esposito non ha mantenuto.

Al centro della locandina, infine, la frase “Riapriremo le Terme”. Un impegno assunto sempre in campagna elettorale dal sindaco Antonio Pannullo e dall’interno PD cittadino ma che, evidentemente, è rimasto solo una dichiarazione di intento senza alcun prosieguo, né pratico né progettuale.

Si è ora aperta la caccia all’autore, o agli autori, di questa locandina. Anche se, a giudicare dai contenuti, non è difficile individuarne la matrice, almeno dal punto di vista politico.

Di Martino a Pannullo: «Ciao Tony, preservati e preserva la città»


La CGIL attacca il sindaco: «spieghi i motivi della crisi e come intende affrontare le vere questioni»


Di Martino: «Iovino ha imposto la mia esclusione dalla giunta»


lunedì 2 ottobre 2017 - 11:18 | © RIPRODUZIONE RISERVATA | data stampa: 19/10/2017