StabiaChannel.it

Cronaca

Castellammare - Successo per il Cammino delle Confraternite Campane. Critiche per l'accesso libero alle fonti termali

Ma le acque minerali si posso bere ? A chi è consentito accedere liberamente alle Antiche Terme ? Questi gli interrogativi degli stabiesi.

di Simone Rocco

Grande successo sabato per l’appuntamento con il VI Cammino Regionale delle Confraternite Campane. Un evento atteso dall’Arcidiocesi Sorrento - Castellammare di Stabia e organizzato nel dettaglio per accogliere le centinaia di confraternite che sono accorse per vivere insieme il cammino.

Il raduno si è svolto presso le Antiche Terme di Stabia, aperte per l’occasione. Ad accoglere i tantissimi fedeli vi erano Mons. Francesco Alfano ed il sindaco di Castellammare Antonio Pannullo.

 “Con grande gioia vi saluto e vi assicuro la mia preghiera – ha detto Alfano – La nostra Chiesa diocesana è consapevole che questi momenti di grazia possono segnare il cammino di ognuno di noi: la forza del vangelo ci unisce in un vincolo stretto e profondo, per una testimonianza concreta e credibile della speranza che abita in noi”.

 “Il Cammino Regionale delle Confraternite della Campania con somma gioia fa tappa quest'anno a Castellammare – ha detto il primo cittadino Antonio Pannullo - È la sesta edizione e la scelta della nostra città quale sede della processione e della celebrazione eucaristica rappresenta un momento di condivisione straordinario di fede. Castellammare di Stabia nel nome di San Catello è da sempre luogo di accoglienza, tolleranza e integrazione: valori fondamentali che animano l’Amministrazione che mi onoro di rappresentare”.

Partita dalle Terme, una lunga processione si è quindi diretta verso la Cattedrale dove si è svolta la cerimonia religiosa.



Oltre all’aspetto religioso dell’evento, ciò che ha attirato l’attenzione di molti cittadini è stata l’apertura proprio delle Antiche Terme. Questa volta, oltre al parco interno, è stato dato libero accesso anche alle fonti di acque minerali dove in tanti hanno avuto modo di assaporare la bontà e la salubrità delle stesse. Però la scelta di consentire la mescita delle acque ha destato parecchi interrogativi. Ma allora, l’acqua è potabile ? La si può bere anche senza la presenza di un medico idrologo ? E perché in occasione di alcuni eventi svolti le scorse settimane all’interno delle Terme non è stato consentito bere le acque ? Questi gli interrogativi che si sono posti molti cittadini stabiesi che ormai da anni si vedono privati di un bene prezioso di cui la loro città è ricca e che sembra essere divenuto ad appannaggio solo di pochi eletti.

Ciò fa il paio con il fatto che nei giorni scorsi alcune persone, addirittura con la propria auto, sono entrati dentro le Terme e riempito litri e litri di acqua minerale. Ed allora, perché non consentire agli stabiesi di usufruire delle acque minerali ?

Antiche Terme chiuse, ma non per tutti. Mescita concessa a poche persone, chi le ha autorizzate?


lunedì 2 ottobre 2017 - 09:29 | © RIPRODUZIONE RISERVATA | data stampa: 20/10/2017