StabiaChannel.it

Juve Stabia

Paganese - Juve Stabia 1-2, Caserta: «Bella partita, abbiamo finalmente imparato dai nostri errori»

Il tecnico delle vespe felice per la prima vittoria stagionale: «Ringrazio i ragazzi per questo regalo di compleanno anticipato». La delusione di Favo: «Gara decisa da episodi».

di Davide Soccavo

Il Marcello Torre si tinge di gialloblù. Le vespe espugnano il fortino di Pagani per 2 a 1 ai danni della Paganese e incassano la prima vittoria della stagione. Primo tempo tutto targato Juve Stabia. Ci pensa Allievi ad aprire le marcature: il giocatore ,grazie ad uno schema, mette a soqquadro la difesa di casa e trova la rete del vantaggio, la sua prima in maglia gialloblù. Nella ripresa, dopo un quarto d’ora di gioco, Paponi coglie al volo il pallone e di destro insacca alle spalle di Gomis con la retroguardia azzurrostellata completamente ferma. È la terza rete stagionale per l’attaccante ex Latina. Nei minuti finali della gara Mastalli atterra in area Cesaretti e per i ragazzi di Favo l’arbitro assegna il calcio di rigore, segnato da Scarpa, che, tuttavia, a nulla è servito per evitare la sconfitta. «Abbiamo fatto un’attenta analisi degli errori commessi nella partita precedente, ne abbiamo discusso e pare siano stati corretti. Abbiamo fatto una grande partita, salvo i minuti finali -afferma con gioia mister Fabio Caserta a fine partita-. Non ci consideriamo certo dei campioni: cerchiamo di lavorare per bene e dare continuità ai risultati positivi. Nel frattempo ci godiamo questa vittoria e poi ci prepareremo per la prossima sfida contro il Fondi. Torno a ripetere che i fischi subiti nella sfida contro il Trapani sono stati giusti ed io me ne sono assunto le responsabilità da allenatore, ma le critiche ci servano da lezione se costruttive e sappiamo che comunque i nostri tifosi ci sono vicini. Non ho delle preferenze. Ho un’intera rosa a disposizione e punto completamente su di essa.

Approfitto dell’occasione per ringraziare i ragazzi di questo regalo anticipato di compleanno, dato che domani sarò più anziano. Dedico la vittoria a mia moglie e amia figlia Carlotta». La squadra di casa subisce la seconda sconfitta consecutiva e dovrà a tutti i costi riscattarsi nella prossima sfida contro il Matera, reduce anch’esso da una sconfitta e desideroso di riscatto. «Abbiamo avuto diverse occasioni per pareggiare, preso due pali e la partita è stata decisa da episodi -commenta il tecnico della Paganese Massimiliano Favo con amarezza-. Nonostante non siamo stati brillanti e i nostri avversari si siano dimostrati più aggressivi, potevamo almeno portare a casa un punto. La squadra presenta delle difficoltà sia da un punto di vista fisico, che tattico e stiamo cercando un modulo adatto al nostro gioco. Ho voluto inserire Bensaja nella ripresa per dare una svolta alla gara, ma purtroppo è andata male. Possediamo una difesa composta da giovani, i quali, inoltre, ancora non si conoscono bene tra loro. In caso di ci fossero problemi legati alla rosa, il nostro presidente, che non si tira mai indietro, prenderà i giusti provvedimenti per il mercato di riparazione. Il cambiamento di modulo non credo sia la soluzione adatta. Mi preoccupo di più dei giovani con poca esperienza e soprattutto di coloro che ne hanno di più e non riescono a sfruttarla. Al di là del risultato, sono convinto di poter lavorare bene con questa squadra e spero che si risolva qualsiasi tipo di problema, onde evitare altre insidie lungo il cammino»

Paganese-Juve Stabia 1-2. Le Vespe espugnano il «Marcello Torre» di Pagani!


Paganese - Juve Stabia 1 a 2. la voce dei protagonisti

sabato 23 settembre 2017 - 23:33 | © RIPRODUZIONE RISERVATA | data stampa: 13/12/2017