StabiaChannel.it

Politica & Lavoro

Boscoreale - Finanze e comune, il sindaco spiega i conti dell'ente

Balzano: «È il momento di fare un po’ di chiarezza»,

All’indomani dell’approvazione, in consiglio comunale, del conto economico e dello stato patrimoniale ad integrazione del rendiconto di gestione dell’esercizio 2016, e l’assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri di bilancio, come aveva preannunciato, il sindaco Giuseppe Balzano interviene sulla querelle dei giorni scorsi.

“È il momento di fare un po’ di chiarezza - spiega il Sindaco -  alla luce delle polemiche che strumentalmente qualcuno sta ancora alimentando.  In questi giorni se ne sono dette e lette tante. Il Collegio dei revisori dei conti, nella relazione sulla proposta di deliberazione consiliare di integrazione del rendiconto della gestione, nella parte “Conclusioni” ha rappresentato quanto segue “ …. Si conferma il parere favorevole al rendiconto 2016 limitatamente ai risultati della gestione finanziaria mentre riguardo al conto economico e stato patrimoniale, in considerazione di quanto argomentato nella presente relazione, non si è in grado di attestarne la completezza e l’attendibilità”. Se i revisori - continua il sindaco Balzano - non erano in grado di attestare la completezza e l’attendibilità dei dati loro consegnati, avrebbero dovuto esprimere un parere negativo ma, al contrario, hanno espresso un parere favorevole. Il Collegio dei revisori si basa essenzialmente sul mancato completamento dell’inventario generale dell’Ente. Da ciò deriva l’impossibilità di potere attestare la completezza e l’attendibilità dei dati economico-patrimoniali. Come, però, risulta dalla relazione alla delibera di giunta comunale, l’Ente nella predisposizione del conto economico e dello stato patrimoniale ha ritenuto di avvalersi di quanto disposto dal punto 9.1. del “Principio contabile applicato concernente la contabilità economico-patrimoniale degli enti in contabilità finanziaria” dell’allegato 4/3 al D.

Lgs. 118/2011che testualmente prevede “L’attività di ricognizione straordinaria del patrimonio, e la conseguente rideterminazione del valore del patrimonio, deve in ogni caso concludersi entro il secondo esercizio dall’entrata in vigore della contabilità economico-patrimoniale entro l’esercizio 2017, esclusi gli enti che hanno partecipato alla sperimentazione”. Sulla base di tale presupposto il Comune di Boscoreale non ha completato al 31.12.2016 (rendiconto 2016) l’attività di ricognizione straordinaria del patrimonio alla data di approvazione della delibera di Giunta comunale n. 66 intervenuta in data 4/08/2017 per le difficoltà incontrate nell’aggiornamento dei dati relativi. Si pensi, a tale proposito, che l’inventario non veniva aggiornato dal 2009. I documenti contabili predisposti, come risulta dal complesso della documentazione presentata, è stata effettuata sulla base dei dati disponibili, che presentano, allo stato degli atti, carattere di completezza ed attendibilità, fermo restando la necessità del loro completamento entro il termine dell’esercizio 2017, come risulta espressamente dal principio contabile sopra richiamato. Sulle enunciate difficoltà – aggiunge Giuseppe Balzano -si è innescata la polemica politica dell’ex sindaco Langella che ha attaccato la mia amministrazione dimenticando che dal 2009 ad oggi anche lui si è fregiato della carica di primo cittadino. Noi – conclude il Sindaco - non ci facciamo coinvolgere nella sterile polemica, sarebbe poco elegante, ma continueremo nell’azione di risanamento dei conti comunali nell’esclusivo interesse di Boscoreale”.


sabato 16 settembre 2017 - 17:27 | © RIPRODUZIONE RISERVATA | data stampa: 12/12/2017