StabiaChannel.it

Napoli Calcio

Milan-Napoli 1-2, Insigne e Callejon stendono il Milan, il Napoli raggiunge momentaneamente la Roma al secondo posto

5° rete di Lorenzo Insigne al Milan, 8° sigillo di Callejon in campionato

di Giovanni Minieri

   Foto da web

Sfida di grande prestigio a San Siro, che si veste a festa per il confronto tra la quinta e la terza forza del campionato. Il Napoli arriva al match forte di una striscia positiva di 9 risultati utili consecutivi (6 vittorie e 3 pari) che vuole allungare per mettere pressione alla Roma, impegnata domani sera tra le mura amiche contro il Cagliari. I numeri sorridono ai partenopei, che hanno perso solo 1 nelle ultime 11 partite contro i rossoneri, che invece hanno vinto solo uno degli ultimi 5 scontri diretti disputati nell’impianto milanese.
Maurizio Sarri è costretto a fare a meno di Ghoulam, Koulibaly ed El Kaddouri (impegnati in Coppa d’Africa), oltre agli infortunati Chiriches e Milik. Il Giudice Sportivo costringe invece Montella a qualche piccola variazione sul tema, poiché costretto a rinunciare agli squalificati Romagnoli e Locatelli.

I partenopei partono subito decisi ad imporre il proprio gioco, per dettare legge anche a San Siro dove il Milan è imbattuto dall’11 settembre quando l’Udinese si impose di misura grazie ad una rete nei minuti finali di Perica.

Al 3’ c’è già un episodio dubbio. Strinic serve Hamsik, che si libera con un sombrero di Gomez e serve un pallone d’oro per Mertens, steso da Paletta. Contatto evidente, a pochi metri da Rocchi che decide di lasciar correre. Passano solo 3 giri di lancette ed il Napoli sblocca il risultato: Jorginho recupera un gran pallone e serve Mertens, straordinario cambio di gioco del folletto di Leuven per Insigne abile a scaricare un mancino di prima intenzione che si infila all’incrocio non lasciando scampo a Donnarumma. Al 9’ gli azzurri raddoppiano al termine di un’azione da manuale del calcio. Jorginho apre per Mertens, che controlla e serve con i tempi giusti il taglio eseguito con maestria da Callejon. Diagonale perfetto e Donnarumma può solo guardare il pallone insaccarsi alle proprie spalle. Al 14’ Mertens lancia con il contagiri Callejon alle spalle di Calabria, ma il portiere rossonero salva in uscita bassa. Il Milan prova a reagire soltanto al 28’ con Bonaventura che premia l’inserimento sulla destra di Abate, cross al centro spazzato via con sicurezza da Albiol. Sessanta secondi dopo il Napoli ha l’occasione per chiudere definitivamente la gara. Callejon trova un corridoio impossibile per Allan, che serve Mertens sul filo del fuorigioco: la sfera però rimbalza male al momento della battuta a rete, ed il folletto belga ciabatta il pallone calciando debolmente tra le braccia di Donnarumma. Al 35’ Milan pericoloso in proiezione offensiva con un’inzuccata di Gomez su spiovente dalla sinistra di Bonaventura che termina di poco largo alla sinistra di Reina. Poco dopo la squadra allenata da Montella trova la rete del pari. Jorginho serve all’indietro una brutta palla per Tonelli, che perde palla a pochi passi dalla porta permettendo a Kucka di presentarsi davanti al portiere ed accorciare le distanze.

Nei minuti di recupero i rossoneri sfiorano il pareggio. Bacca, leggermente al di là della linea difensiva partenopea, riceve palla per poi venir steso da Tonelli al limite dell’area. Suso si incarica della battuta e palla alta sopra la traversa.

In avvio di ripresa il Milan va a un passo dal pareggio: cross dalla destra di Abate, testa di Pasalic che sovrasta Hysaj e palle che centra in pieno la traversa. Poco dopo ci prova Sosa dai 30 metri, Reina blocca senza troppi patemi. I partenopei replicano con Mertens, che si guadagna un calcio di punizione da posizione favorevole per fallo di Gomez. Sul pallone si sistema Insigne, il cui destro sfiora la traversale e fa correre un brivido lungo la schiena ai tifosi rossoneri. Al 59’ magia di Insigne che va via a Pasalic, vede con la coda dell’occhio Donnarumma fuori dai pali e prova a beffarlo con un pallonetto da quasi 50 metri che si perde di un soffio alto sopra la traversa. La partita è vibrante, Suso converge dalla destra verso il centro, conclusione a giro e palla larga alla destra di Reina. Al 63’ meraviglioso cambio di gioco di Callejon per Insigne e sassata improvvisa che sibila il palo. Il Napoli va ancora una volta vicino al tris: lungo lancio di Reina agganciato alla perfezione da Callejon, che mette al centro per Mertens: Donnarumma esce ed allontana la minaccia. Gli azzurri spingono sull’acceleratore. Insigne recupera palla a centrocampo e serve Hamsik, il capitano premia il perfetto taglio di Mertens, ma Bonaventura sbuca in progressione ed anticipa il belga al momento della battuta a rete. L’ultima azione è di marca rossonera, con una conclusione di Bertolacci dal limite dell’area che termina in corner complice la deviazione di Rog.

MILAN – NAPOLI 1-2

Reti: 6’ pt Insigne (N), 9’ pt Callejon (N), 37’ pt Kucka (M)

MILAN (4-3-3) Donnarumma, Abate, Paletta, Gomez, Calabria; Pasalic (41’ st Niang), Sosa (28’ st Bertolacci), Kucka; Suso, Bonaventura, Bacca (28’ st Lapadula).
A disp: Storari, Plizzari, Cutrone, Zapata, Poli, Antonelli, Honda, Vangioni, Ely.
All: Montella

NAPOLI (4-3-3) Reina; Hysaj, Tonelli, Albiol, Strinic; Allan (40’ st Rog), Jorginho (16’ st Diawara), Hamsik (29’ st Zielinski); Insigne, Callejon, Mertens.
A disp: Rafael, Sepe, Lasicki, Giaccherini, Gabbiadini, Pavoletti, Maggio, Maksimovic.
All: Sarri.

Arbitro: Rocchi

Note: Ammoniti: Mertens (N), Calabria (M), Sosa (M), Strinic (N), Tonelli (N), Gomez (M), Bacca (M), Callejon (N). Corner: 7-1. Recupero: 1’ pt, 5’ st

 


sabato 21 gennaio 2017 - 23:24 | © RIPRODUZIONE RISERVATA | data stampa: 27/03/2017