StabiaChannel.it

Cronaca

Pompei - Lite tra condomini, denunciata anche tabella pubblicitaria fuorilegge

La lite sembra essere frutto di discordie dovute ad abusi edilizi commessi nel corso degli anni da V.C, sessantenne proprietaria dell’edificio in cui oggi sorge un noto negozio di abbigliamento, nei pressi dell'uscita autostradale Pompei-Scafati.

di Danilo De Gennaro

Lite tra condomini nei pressi dell’ingresso autostradale Pompei-Scafati. La lite sembra essere frutto di discordie dovute ad abusi edilizi commessi nel corso degli anni ad opera di V.C, sessantenne proprietaria dell’edificio in cui oggi sorge un noto negozio di abbigliamento di Pompei. Sono tanti i manufatti abusivi della struttura. Tra questi ci sono alcuni che hanno creato problemi di passaggio al vicino C.F. che ha lamentato e denunciato alle autorità giudiziarie il tutto. Il caso è finito anche al vaglio della Procura della Repubblica di Torre Annunziata che, in seguito ai controlli della polizia municipale guidata dal comandante Gaetano Petrocelli, emanerà la propria sentenza. Intanto, i caschi bianchi, nella fattispecie il nucleo investigativo della polizia edilizia supervisionato dal tenente Ferdinando Fontanella, ha portato a termine le indagini, denunciando i tanti abusi edilizi, tra cui anche una tabella pubblicitaria che si trova – appunto – proprio all’uscita autostradale di Pompei-Scafati.

Tutto, quindi, passerà sotto la lente di ingrandimenti dei magistrati e si attende solo il responso ultimo. “Quello che facciamo lo facciamo per dovere d’ufficio e cerchiamo sempre molto professionali senza favorire nessuno. Favoriamo solo la legalità e l’assoluta corrispondenza dello stato dei fatti con le norme vigenti”, sono le parole del tenente Ferdinando Fontanella in qualità di vicecomandante del comando di polizia municipale del quale si fa portavoce. Pompei, in questo, si dimostra sempre più un campo minato. Questo 2017 si prospetta ancor più impegnativo sul fronte della caccia al mattone selvaggio che, l’anno scorso ha fatto emergere oltre 350 sequestri. L’ultima settimana, dunque, si è presentata molto impegnativa, per i caschi bianchi di Pompei, proprio su questo fronte.


lunedì 16 gennaio 2017 - 20:16 | © RIPRODUZIONE RISERVATA | data stampa: 28/06/2017