lunedì 23 ottobre 2017 - Aggiornato alle 00:33
adraporte
StabiaChannel.it
adra
Politica & Lavoro

Castellammare - Lidi di Pozzano, rinnovate le concessioni ai titolari fino al 31 dicembre 2020. Ma non saranno 'padroni' delle spiagge

Come già indicato negli anni scorsi, l'accesso e il transito sulla battigia antistante l'area compresa nella concessione dovranno essere totalmente gratuiti anche per la balneazione e le barriere architettoniche dovranno essere rimosse al fine di garantire la maggiore autonomia possibile per i disabili.

pavidas

Le spiagge di Pozzano non cambieranno gestione per i prossimi tre anni. Le concessioni per i lidi tra la Corderia e il Famous Beach sono state rinnovate ai titolari fino al 31 dicembre 2020. Le linee di indirizzo del regolamento sulla disciplina per l'uso del demanio sono state approvate dalla giunta Pannullo, ma i titolari non saranno “padroni” dei lidi, bensì dovranno adeguarsi alle normative vigenti per le concessioni. L'accesso e il transito sulla battigia antistante l'area compresa nella concessione dovranno essere totalmente gratuiti anche per la balneazione e le barriere architettoniche dovranno essere rimosse al fine di garantire la maggiore autonomia possibile per i disabili. Ma non è tutto. Il Comune si riserva, infatti, la possibilità di revocare senza indennizzo le concessioni qualora dovessero sorgere motivi di interesse pubblico o in presenza di eventuali norme inderogabili. In attesa della revisione della legislazione nazionale attesa da ben otto anni, l'amministrazione comunale ha pertanto deciso di concedere la proroga fino al 2020 in ottemperanza alla normativa europea che prevede la tutela del legittimo affidamento dei concessionari per consentire loro di ammortizzare gli investimenti effettuati e garantire, nel contempo, una manutenzione ordinaria dei lidi, preservandoli dal degrado ambientale. Fu l'ex sindaco Luigi Bobbio ad affrontare per primo la questione nel 2011 e ad avviare i bandi per l’affidamento in concessione delle aree del demanio marittimo comunale dei lidi La Limpida, Lido Moderno, Bagno Elena e Garden Beach, dopo la concessione temporanea di cui avevano goduto nel 2010 in seguito alla scadenza delle concessioni il 30 novembre 2009 e alle presunte “gravi violazioni in pregressa gestione formalizzate dal Comune”.


Le prime gare si conclusero con un nulla di fatto per alcuni vizi di forma presenti nelle domande di partecipazione, ma nell'aprile 2012 le quattro aree furono aggiudicate con riserva ai precedenti gestori, che parteciparono ai bandi nonostante le ipotetiche violazioni, avendo impugnato gli atti dinanzi al Tar. Ma proprio il Tar nel 2013 rigettò il ricorso, imponendo al nuovo sindaco Nicola Cuomo di avviare un'altra gara per le concessioni dei quattro lidi, prima che il Consiglio di Stato formalizzasse il colpo di scena finale, accogliendo i ricorsi e agevolando il rinnovo successivo delle concessioni fino al 31 dicembre 2015, poi prorogate anche per il 2016. La giunta Pannullo ha approvato ora l'ulteriore rinnovo fino al 2020 ma, nel caso in cui dovesse essere introdotta nel frattempo la nuova normativa nazionale, andrebbero a materializzarsi differenti scenari e i piani potrebbero essere completamente rivisti.


martedì 18 aprile 2017 - 13:57 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO