martedì 23 maggio 2017 - Aggiornato alle 14:20
adraporte
StabiaChannel.it
adra
Cronaca

Pompei - Disagi al liceo 'Pansa'. I genitori: «Paghiamo le tasse e vogliamo una scuola funzionante»

Le lezioni degli alunni del plesso "Celentano" sono slittate, forse a domani. Il ritardo è dovuto ad un trasloco e ad una sistemazione delle aule mancati per cause ancora sconosciute. Intanto nella struttura si contano i numerosi disagi.

pavidas

Ancora polemiche si calano sulla struttura scolastica di via Sacra “A.Pansa”. Disagi sempre più evidenti per gli alunni del plesso "E.Celentano" trasferiti nella struttura di via Sacra. Neon attacati con catene, bagni esterni e senza distinzioni tra i sessi e personale addetto ai lavori, finestre non a norma, porte altrettanto, porticato senza copertura, riscaldamento malfunzionante e spento già a partire dalle 11 del mattino, e cosi via. A denunciarlo sono i genitori degli alunni della scuola elementare (secondo circolo didattico) appena trasferitasi nella struttura. Le lezioni per gli alunni “sfrattati” non sono ancora iniziate. Si prospetta che inizino il prossimo mercoledì 11 gennaio. Un’odissea senza fine che non trova ancora soluzioni e soprattutto verità. La struttura di via Astolelle (E. Celentano) è stata chiusa dallo scorso dicembre per lavori che l’amministrazione scolastica e quella comunale ha giustificato (soltanto verbalmente) con un “Si trattano soltanto di lavori di abbellimento che avranno durato di 12 mesi con possibilità di proroga, in caso di necessità, fino a 24 mesi”. Parole che suonano poco chiare, anche perché di scritto, agli atti, non c’è ancora nulla. Non una determina comunale o una delibera che attesti, quantomeno, un capitolo di spesa previsto per tali lavori di abbellimento della struttura. Nessun progetto in vista. Nulla di scritto. La scuola è stata chiusa con accordi poco chiari e poco trasparenti, tra amministrazione comunale e scolastica. L'unico documento ufficiale è quello che attesta il trasferimento degli alunni per un pagamento mensile, da parte del comune, di 3mila euro al mese.

Questo è quello che indispettisce ed insospettisce sempre di più i genitori dei 180 alunni trasferiti (tra scuola elementare e materna) alle strutture del liceo Pansa e quella del plesso di via Mariconda. D’altronde si sa, “Scripta manent verba volant”. Il mistero del plesso “Celentano” ritorna ancora, nonostante i numerosi tentativi di placare gli animi sempre più accesi dei genitori che stavolta vanno su tutte le furie, soprattutto perché fino ad oggi gli è stato vietato di entrare nel scuola di via Sacra per poter visionare di persona dove trascorreranno le mattinate i propri figli. Ma accordo tra genitori e amministrazione scolastica per il sopralluogo alla scuola sembra sia stato, finalmente, raggiunto. Ieri, intanto, le lezioni della scuola elementare non sono cominciate per una mancata risistemazione delle aule. “Il trasloco è stato effettuato giovedì 3 gennaio e, ad oggi, i locali non sono ancora pronti – dichiara con un filo di delusione ma anche determinazione, Rosa Verdolivo genitore di uno degli alunni del plesso Celentano -.E parliamo di un trasloco dato come imminente lo scorso mese di dicembre”. Poi, la sua polemica, a nome di tanti altri genitori che si accodano, prosegue anche sui social: “In quanto genitori e soprattutto cittadini onesti che pagano le tasse, abbiamo il diritto/dovere di pretendere una scuola funzionante ed un'amministrazione efficiente. Veglieremo. Se altri preposti a ciò non lo vorranno fare, lo faremo noi. Non ci accontentiamo più dei verbi al gerundio o peggio ancora, al futuro. Vogliamo per i nostri figli un presente migliore a cominciare da subito.”


martedì 10 gennaio 2017 - 11:43 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO