lunedì 11 dicembre 2017 - Aggiornato alle 16:52
bcp
StabiaChannel.it
bcp
Cronaca

Pimonte - Il branco di stupratori seguirà un percorso di riabilitazione, il gup dà l'ok alla messa in prova

La messa in prova terminerà l'8 ottobre 2018, poi i ragazzi torneranno davanti al giudice per valutare l'esito del percorso. Se qualcuno dovesse violare gli obblighi, si procederà all'immediata interruzione della riabilitazione si andrà subito a processo.

pavidas

Il branco di stupratori di Pimonte torna a casa. Seguiranno un programma speciale di riabilitazione i giovani che un anno fa violentarono una ragazzina di 15 anni, minacciandola di diffondere i filmati hard tra le capanne dove viene allestito il presepe vivente. Fu la stessa minorenne a denunciare che, dopo aver avuto un rapporto sessuale con il suo fidanzato, era stata costretta ad averne anche con gli amici di quest'ultimo sotto il ricatto della pubblicazione su social network di un video riguardante il precedente rapporto. Minaccia poi reiterata in successive occasioni, avendo il gruppo ripreso anche i successivi rapporti con gli altri. Un anno e mezzo di riabilitazione, dunque, per i ragazzi, all'epoca anch'essi tutti minorenni, che dovranno dedicarsi ad un programma riabilitativo che prevede attività scolastiche e lavorative, sport e volontariato, dopo nove mesi trascorsi in una comunità di recupero.


Il gup del Tribunale dei Minori di Napoli ha accolto la richiesta di messa in prova avanzata dagli avvocati degli 11 imputati, il cui collegio difensivo include i penalisti Roberto Attanasio, Antonio de Martino, Alfonso Piscino, Franco Attanasio, Umberto D’Apice, Salvatore Mosca. Il gup ha accolto in parte la richiesta del pm, che propugnava un periodo di prova di due anni. All'udienza ha assistito anche la madre della vittima, mentre la ragazzina non era in aula. La messa in prova terminerà l'8 ottobre 2018, poi i ragazzi torneranno davanti al giudice per valutare l'esito del percorso. Se qualcuno dovesse violare gli obblighi, si procederà all'immediata interruzione della riabilitazione si andrà subito a processo. Per chi non ha ancora compreso appieno la gravità dell'accaduto è stato disposto anche un percorso psicologico atto al recupero del giovane.


Gli ultimi articoli di Cronaca

news Castellammare - Sicurezza in villa comunale, installata telecamera di videosorveglianza nei pressi dell'ex Casa del Fascio

news Castellammare - La canzone di uno stabiese seconda allo Zecchino d'Oro. Carmine Spera racconta la dislessia: «Una cosa più grande di me, ho pianto»

news Castellammare - Raid punitivo allo Sturzo, arrestato un aggressore. Sfigurò con una lametta un genitore

news Castellammare - Raccolta firme per il disinquinamento del Sarno, il Comitato Quartieri Uniti scende in campo affianco alla popolazione

news Castellammare - Si lancia nel vuoto dal costone di Pozzano, grave 28enne gragnanese


lunedì 20 marzo 2017 - 14:13 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO