venerdì 28 aprile 2017 - Aggiornato alle 23:20
dginformatica
StabiaChannel.it
dg informatica
Cronaca

Castellammare - Madonna della Libera, un calvario infinito. Prorogato il divieto di transito temporaneo fino al 28 febbraio

Le foto scattate in loco rivelano la situazione a dir poco oscena in cui versa la strada quando ogni sera viene riattivata la circolazione. Eppure, come emerge dall'ordinanza, "al termine delle lavorazioni quotidiane la strada via Madonna della Libera deve essere riaperta in totale sicurezza".

pavidas

Ancora quaranta giorni di calvario per i residenti in via Madonna della Libera. L'assurda gestione del cantiere per l'allacciamento del metano e della rete fognaria si arricchisce di un nuovo sconcertante capitolo dopo la beffa recapitata agli abitanti del luogo, costretti a sopportare i disagi correlati al divieto di transito tra le 7.30 e le 17.30 senza neppure godere, eccetto rari casi, dei benefici associati ai lavori, dato che l'attacco del gas è stato interrotto all'altezza del santuario, ossia a circa 600 metri di distanza dal centro abitato, e l'opera prevede ora soltanto il rifacimento del manto stradale in cubetti e tappetino di asfalto e il riposizionamento dei ciottoli e dei sampietrini divelti nei mesi scorsi.

Con un'ordinanza dirigenziale del settore polizia locale è stato dunque prorogato il divieto di transito temporaneo dal 17 gennaio al 28 febbraio per l'esecuzione dei lavori ad opera della società Napoletanagas spa ed è stata disposta la chiusura, a tratti di massimo 50 m, di via Madonna della Libera dall'intersezione con via Castello verso il monte, fino al limite della proprietà comunale, con conseguente istituzione del divieto di transito per tutte le categorie di veicoli nei tratti interessati dalle lavorazioni di ripristino della pavimentazione stradale.

«Il provvedimento - si legge nell'ordinanza - dovrà essere dimensionato nel tempo e nello spazio sulla base delle reali esigenze connesse alle lavorazioni e, pertanto, qualora le condizioni lo permetteranno, la strada dovrà essere prontamente riaperta in sicurezza al fine di ridurre il più possibile i disagi agli utilizzatori». Una postilla che, invero, sa tanto di beffa, dato che i disagi si protraggono da mesi e sono evidenti altresì le assurde condizioni in cui viene lasciato il manto stradale allo scoccare delle 17.

30, quando cioè il cantiere viene liberato.

Le foto scattate in loco rivelano la situazione a dir poco oscena in cui versa la strada quando ogni sera viene riattivata la circolazione stradale. Eppure, come emerge dall'ordinanza, al termine delle lavorazioni quotidiane la strada via Madonna della Libera deve essere riaperta in totale sicurezza, consentendo sempre, in casi di emergenza, il transito ai veicoli delle forze dell'ordine e di soccorso e il transito pedonale mediante installazione di appositi percorsi protetti.

La strada rappresenta anche l'unico sbocco per recarsi dalle abitazioni verso i luoghi principali della città e i residenti nel corso delle ore diurne sono rinchiusi come topi in gabbia e non hanno la possibilità di far fronte celermente alle emergenze sanitarie né ad eventuali inopinate calamità naturali. In via Madonna della Libera, d'altra parte, i disagi sono innumerevoli e i residenti hanno avvertito questi lavori come una sorta di accanimento nei loro confronti.

L'illuminazione è pressoché assente nelle ore notturne, l'erogazione idrica nelle abitazioni è spesso carente e lungo la strada in molti sversano rifiuti di nascosto. L'Asub fino a qualche anno fa con grande sacrificio si prodigava per far fronte a quest'ultima problematica, ma ora i cumuli di rifiuti sono cresciuti a dismisura, così come i rovi sotto i quali è depositata altra spazzatura.

Il malcontento permea così tra i residenti del quartiere e c'è persino chi minaccia di presentare un esposto alla Procura della Repubblica affinché sia fatta chiarezza su una vicenda che sta assumendo contorni davvero grotteschi.

foto Castellammare - Il calvario infinito di via Madonna della Libera. Gli scatti choc del manto stradale


mercoledì 18 gennaio 2017 - 14:10 | © RIPRODUZIONE RISERVATA



Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi alfa forma
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO