mercoledì 19 febbraio 2020 - Aggiornato alle 10:56
Gori spa
StabiaChannel.it
Gori spa
Cronaca

Castellammare - La Parmalat revoca la concessione all'azienda di Adolfo Greco


A rischio il posto di lavoro di 32 dipendenti.

pavidas

La Parmalat ha revocato la concessione della distribuzione del latte alla CIL srl, la società dell’imprenditore Adolfo Greco coinvolto nell’inchiesta Olimpo condotta dalla DDA di Napoli.

Una decisione presa in seguito all’indagine che ipotizza l’intromissione del “clan dei Casalesi” nel settore della commercializzazione e distribuzione del latte attraverso un’azienda fittiziamente intestata a prestanome. Nel mirino del magistrati è finita una fornitura di latte del 2013 della CIL. Anche per questo il 15 gennaio scorso era anche stata sospesa la scarcerazione di Adolfo Greco, da 14 mesi in carcere.

La revoca della concessione mette ora a rischio 32 dipendenti della CIL che già da questa mattina si ritrovano a fare i conti con questa inaspettata situazione.

«Abbiamo sempre svolto il nostro lavoro con grande dedizione e sacrificio per la società C.I.L. srl e quindi per la Parmalat spa – hanno fatto sapere i lavoratori - Siamo 32 persone con le proprie famiglie che, dopo anni di duro lavoro, si trovano repentinamente in una condizione di rischio del proprio posto di lavoro, rischio che riteniamo assolutamente ingiustificato dato che abbiamo quotidianamente svolto il nostro servizio nel rispetto dell’ azienda, che ci ha sempre impartito tra le regole quelle del rispetto dei nostri clienti, rispetto massimo dei nostri concorrenti, impegnarsi duramente nel rispettare l’esclusività dei prodotti che negli anni abbiamo venduto, attaccamento e dedizione alla Parmalat di cui ci siamo sempre considerati parte integrante della sua grande famiglia.


Mai e poi mai i nostri sacrifici e il nostro costante impegno potrà essere messo in dubbio da fatti, estranei e al vaglio, e talvolta illazioni senza fondamento, che in alcun modo e mai e poi mai hanno condizionato la nostra attività lavorativa».

Per questi motivi chiedono «che venga posta attenzione sul grave disagio che potrebbe essere provocato a noi e alle nostre famiglie dal rischio di poter perdere il proprio posto di lavoro conquistato negli anni con dedizione lavorando 320 giorni all’anno di notte e di giorno».

Una delegazione dei lavoratori questa mattina ha incontrato il sindaco Gaetano Cimmino che ha espresso loro solidarietà per una vicenda che comunque rappresenta un’azienda privata.


news Castellammare - Revoca della concessione CIL, a rischio anche i dipendenti Eurodep Service di Pozzuoli


Castellammare - La Parmalat revoca la concessione all'azienda di Adolfo Greco

giovedì 13 febbraio 2020 - 11:25 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli ultimi articoli di Cronaca


Sponsor
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
dg informatica adra bcp poldino Berna farmacia san carlo auto somma somma point nemesi Rionero Caffè
Futura Costruzioni srl Erboristeria Il Quadrifoglio ScuolaLex
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO