sabato 3 dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:10
Cultura & Spettacolo

A settembre torna il Nick La Rocca Jazz Festival, con Lina Sastri, Peppe Barra, Enzo Avitabile ed altri ospiti di livello internazionale

   Peppe Barra

È tutto pronto per la nona edizione del "Nick La Rocca Jazz Festival" che si svolgerà a San Giorgio a Cremano dall'8 al 12 settembre. Promossa dall'Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Mimmo Giorgiano grazie al finanziamento della Regione Campania ed al partenariato con la Sap S.a.s., anche quest'anno la manifestazione ospiterà musicisti di primo livello.
Ad aprire la cinque giorni, giovedì 8 settembre, sarà Ivan Mazuze, straordinario sassofonista di origine mozambicana che presenterà il suo ultimo lavoro "Maganda". A seguire, Carmen Souza che con il suo spettacolo innovativo "Protegid" unisce i ritmi tradizionali dell'Africa e di Capo Verde con il jazz contemporaneo e la musica afro-latina.  Venerdì 9 settembre toccherà al chitarrista Max Puglia e alla sua band, accompagnati da Javier Girotto, sassofonista argentino di fama internazionale. Il concerto sarà seguito dalla performance di GeGè Telesforo con il suo "So Cool quintet". Sabato 10 settembre Giovanni Amato, cui sarà consegnato il tradizionale premio "Nick La Rocca", aprirà la serata con il suo gruppo e con il trombettista Marco Tamburini. Con "Etno in jazz", sul palco salirà poi Sasà Piedepalumbo con il suo quartetto e con la straordinaria partecipazione della cantante e attrice partenopea Lina Sastri.
Domenica 11 settembre alle 11.30, il batterista Sergio Di Natale si esibirà in "For a walk inside" con la sua formazione, accompagnato dai trombettisti Aldo Bassi e Gianfranco Campagnoli.

In serata, invece, il gruppo Banderumorose presenterà al pubblico di villa Bruno "Five Short Stories", accompagnato da Markus Stockhausen e da Martux-m crew. Sul palco salirà poi Peppe Barra con il suo spettacolo "Armunia", in cui protagonista è la versatilità interpretativa dell'artista, espressione di una "napoletanità" dal sapore passato e dalle sonorità contemporanee. A chiudere la kermesse, lunedì 12 settembre, sarà l'artista napoletano Enzo Avitabile accompagnato dai Bottari.
Non soltanto musica, però, al festival 2011: per ricordare Nick La Rocca, morto mezzo secolo fa, in collaborazione con la Facoltà di Sociologia dell'Università Federico II di Napoli è stato organizzato un convegno, "Il jazz, da Nick La Rocca al digitale. Processi creativi e contaminazioni culturali", che si terrà sabato 10 settembre alle 16.30 nella biblioteca di Villa Bruno.Inoltre, al piano nobile dell'edificio settecentesco da giovedì 8 settembre sarà possibile visitare una mostra dedicata al cornettista americano di origine siciliana, "Da Salaparuta a San Giorgio: momenti di jazz", che potrà essere visitata tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.
Tutti gli spettacoli si terranno nell'arena Nino Taranto di villa Bruno grazie all'impegno dell'assessorato alla Valorizzazione delle Ville Vesuviane guidato dal vicesindaco Giorgio Zinno, con inizio previsto alle 20.30. A tutti i concerti sarà possibile assistere pagando un biglietto unico di 5 euro presso il botteghino di villa Bruno.


martedì 9 agosto 2011 - 13.10 | © RIPRODUZIONE RISERVATA

 




Sponsor
 
StabiaChannel.it

I PIÚ LETTI DEL GIORNO